Sant’Angelo dei Lombardi – Giunta Petito: ecco le nuove deleghe

28 giugno 2005

Sant’Angelo dei Lombardi – “Dopo la tempesta di cui siamo stati protagonisti tocca proprio agli assessori lavorare!”. E’ con estrema fiducia, con un certo spirito e con parole di stima che il primo cittadino di Sant’Angelo dei Lombardi parla del nuovo team che lo affiancherà nel governo del paese, “… sei buoni amministratori che sapranno farsi carico con estrema serietà delle sorti di Sant’Angelo”. Nell’ultima riunione di Giunta, infatti, Antonio Petito ha finalmente conferito le deleghe, atto indicativo di un decisivo passo in avanti di cui il comune altirpino necessitava, quanto meno per lasciarsi alle spalle un periodo, a detta dei più, buio della propria storia. Un gruppo la cui ufficializzazione fa davvero tirare un sospiro di sollievo soprattutto per essere il frutto del superamento della fase di stallo legata alle discusse vicende dell’indimenticata ‘civetta’… Una equipe di sei membri con specifiche competenze: il vice sindaco è Nicola Santoro, con delega ai Lavori Pubblici, Urbanistica, Affari Generali, Personale; ad Alberico Luca il Bilancio, lo Sport, il Turismo e le Politiche Sociali; per Angelo Gallo l’Ambiente ed i Servizi Generali. Ancora, Tony Lucido conquista le Attività Produttive, il Commercio ed una delega di nuova creazione, la Vivibilità Urbana. Angiolino Fischetti guadagna i Lavori Extraurbani e l’Agricoltura. Per concludere Generoso Lardieri con Patrimonio, Tributi, Espropri ed Enfiteusi. E la nuova squadra sembra non farsi intimorire dal burrascoso passato affrontando il futuro con un tempismo da invidia. Questa mattina, infatti, i sei membri si riuniranno- si tratta del secondo incontro- per stabilire le linee programmatiche. “Progetti a breve e medio termine – sostiene Petito – In questa seduta, infatti, vaglieremo le priorità del territorio e della cittadinanza e decideremo come ed in quali termini agire”. Insomma, la nuova Giunta si rimbocca le maniche e sfida il ‘tempo perso’ con un’arma infallibile: l’impegno. (Manuela Di Pietro)