Sanità, Sibilia difende il prefetto di Napoli e attacca De Luca

Sanità, Sibilia difende il prefetto di Napoli e attacca De Luca

25 luglio 2019

Non si placano le polemiche dopo le critiche del governatore De Luca al prefetto di Napoli per la nomina della commissione d’accesso all’Asl Napoli 1 per verificare eventuali infiltrazioni della camorra.

“Le dichiarazioni del presidente della regione Campania contro il prefetto di Napoli”, precisa il sottosegretario Carlo Sibilia, “screditano l’azione di argine all’infiltrazione della mafia nelle varie componenti dello Stato. Infiltrazioni che troppo spesso sono possibili a causa della complicità delle istituzioni che, come in questo caso, invece di condannare fermamente ogni tentativo di controllo della criminalità sul settore sanitario, finiscono per tentare di delegittimare l’azione delle prefetture, delle forze dell’ordine e dello Stato”.

“Dopo queste dichiarazioni e dopo aver rifiutato la creazione di 500 nuovi posti di lavoro senza assumere i navigator – aggiunge Sibilia – sorge spontaneo qualche dubbio sull’obiettivo dell’azione del presidente. De Luca lo dica chiaramente da che parte vuole stare, quella della Stato e della legalità o dalla parte della mafia?”.

E conclude:” Esprimo la mia più profonda solidarietà al Prefetto Pagano e la ringrazio per il prezioso lavoro che sta svolgendo per la città di Napoli”.