Sanità-Farmatruffa, D’Ercole: “Ennesima dimostrazione di confusione”

13 marzo 2006

Regione – “E’ l’ennesima dimostrazione dell’assoluta condizione di confusione ed incontrollabilità, soprattutto economica, in cui versa la Sanità nella nostra regione”. E’ questo il primo commento del capogruppo regionale di Alleanza Nazionale, Franco D’Ercole, alla notizia dei 39 arresti per reati di truffa in danno del servizio sanitario nazionale. “Mi auguro che i sostanziosissimi fondi che il governo centrale è stato costretto proprio la settimana scorsa a concedere per far fronte alle necessità economiche della nostra sanità, non debbano servire a colmare il buco creato dalle ripetute ‘farmatruffe’ e, quindi, anche da quest’ultima. Basti pensare che non è la prima volta che una vicenda del genere si verifica e purtroppo il timore è che non sia nemmeno l’ultima. A pagarne le conseguenze peggiori saranno i cittadini che alla beffa di una sanità che non funziona come dovrebbe dovranno aggiungere anche la beffa di una Sanità che pesa enormemente sulle loro tasche, pretendendo da loro sacrifici sempre più pesanti per poter far fronte alle sue esigenze. A questo punto non ci resta che chiedere alla magistratura di arrivare presto alla conclusione dell’indagine e di individuare e perseguire tutte le responsabilità, nascoste dietro questa triste vicende. Ovviamente, anche quelle politiche, se dovessero esserci. I campani devono sapere”.