S.Angelo d.L. – Oltre 40 i centimetri di neve: domani scuole chiuse

12 marzo 2006

S.Angelo dei Lombardi – Se in passato era opinione comune che la classica neve di marzo si sciogliesse nel giro di poche ore, questo 2006 è stato in grado di sfatare ogni credenza. Dopo le abbondanti nevicate che sabato hanno interessato tutta l’Irpinia, la domenica non ha certo regalato condizioni climatiche migliori. In Alta Irpinia si continuano a registrare nevicate: ben 40 centimetri di coltre bianca hanno obbligato i primi cittadini a prendere provvedimenti precauzionali. A Sant’Angelo dei Lombardi, per esempio, nella giornata di domani resteranno chiusi tutti gli istituti scolatici fino a data da destinarsi. Dopo la pausa notturna, infatti, la neve ha ripreso a cadere e non si prospettano miglioramenti per le prossime ore. Le strade, anche se parzialmente percorribili, sono coperte dal ghiaccio e la situazione nel corso della notte non può che peggiorare. Sull’Ofantina sono sempre in azione gli spargisale, la circolazione procede a rilento anche se non si registrano gravi disagi. Insomma, una domenica all’insegna della massima prudenza da parte degli automobilisti. Coloro, infatti, che per necessità o qualsivoglia motivo dovranno affrontare viaggi anche brevi hanno l’obbligo di munirsi di catene ed usare la massima prudenza. Non meno pericolosa la situazione in Valle Ufita. I comuni di Trevico, Vallata, Vallesaccarda e l’intera zona della Baronia sono coperte da circa 30 centimetri di neve. Stessa situazione quella registrata ad Ariano Irpino dove da poco ha ripreso a nevicare. La Napoli-Bari, chiusa ieri a causa delle abbondanti nevicate, è stata riaperta nel corso della mattinata. La viabilità è migliorata ma resta invariato l’obbligo di mettersi in viaggio solo se strettamente necessario e soprattutto con catene a bordo. Avellino, nonostante le condizioni meteorologiche continuino ad essere avverse, tira un sospiro di sollievo. La bufera di neve che ieri ha imperversato sulla città rendendo off-limits soprattutto le zone periferiche ha regalato una domenica di tregua. Le temperature hanno subito una leggera oscillazione verso l’alto trasformando la neve in pioggia pesante ed incostante. Ma la Protezione Civile invita ad andarci cauti: per le prossime 12-36 ore, infatti neve, pioggia e forte vento continueranno ad investire l’Irpinia e tutto il centro sud. Nel tardo pomeriggio sembra inoltre siano previste nuove nevicate.