San Mango sul Calore: arrestato uno scissionista, cresce l’allarme per lo spaccio-droga

29 marzo 2005

Arrestato a San Mango sul Calore un affiliato del clan degli “scissionisti” di Secondigliano che era evaso dagli obblighi familiari. L’arresto è avvenuto il giorno di Pasquetta presso il villaggio di prefabbricati “Santo Stefano” che negli ultimi tempi ha visto uno “strano” proliferare di pregiudicati dell’hinterland napoletano. Il 41enne che era accusato di spaccio di stupefacenti da pochi giorni scontava gli arresti domiciliari nel paese irpino insieme alla sua famiglia. I militi coordinati dal capitano Nicola Mirante hanno appurato che il pregiudicato “sostava” ben poco nell’umido prefabbricato di San Mango per trascorrere buona parte della giornata a Napoli. Cresce intanto la preoccupazione a San Mango per l’aumento dello spaccio di droga e per la presenza sempre più continua di abitanti del napoletano che, lontano dai punti più sotto osservazione delle Forze dell’Ordine, preferiscono agire indisturbati negli ambienti tranquilli dell’avellinese