Sampietro risponde a Gesualdo: “I miei, fatti accertati”

15 marzo 2010

Mercogliano – Il candidato a sindaco Nicola Sampietro risponde alle dichiarazioni rese dell’assessore Modestino Gesualdo candidato alle prossime amministrative nella lista Mercogliano 2010.
“Ancora una volta siamo chiamati a difenderci dalle accuse che ci vengono mosse – spiega Sampietro – che cercano disperatamente di confutare fatti conclamati con ovvietà e riferimenti incomprensibili. Si continua a parlare di persone e situazioni del secolo scorso, senza darne chiari riferimenti e producendo di fatto solo fumo. Ciò nel vano tentativo di giustificare i propri atteggiamenti, aggrappandosi al peso della polemica fine a se stessa. Come abbiamo sempre fatto, non esprimiamo giudizi sulle persone ma sottolineiamo fatti concreti di pubblico dominio. Nessuno ha mai detto che siano state date concessioni edilizie illegittime o che gli uffici non abbiano adempiuto al proprio dovere: la realtà dei fatti alla quale ci siamo attenuti è stata plasticamente riportata negli atti della vostra giunta che certo non possono essere anch’essi confutati. Il problema infatti è che, come si legge nella relazione dell’utc alla delibera di giunta n.186 del 26 giugno 2009, sono stati realizzati circa 1000 vani in più rispetto a quelli previsti che equivalgono a 100mila metri cubi. Inoltre abbiamo evidenziato che lo sviluppo urbanistico segue ancora parametri e standard di un piano regolatore obsoleto che è stato approvato da un commissario ad acta ben 25 anni fa”.