Saltano le nozze, la sposa dice no sull’altare

3 giugno 2005

Colliano/Caposele – 450 invitati. Una chiesa addobbata di tutto punto. Un ristorante nell’area termale di Contursi terme. Uno splendido scenario se non fosse stato per un piccolo, piccolissimo particolare: sull’altare la sposa originaria di Colliano (Salerno) fa saltare le nozze. Mandando all’area l’unione con Francesco B. originario di Caposele. A mezzogiorno il colpo di scena. Anche se già nella prima mattinata c’era stata una prima avvisaglia. Era lui ad avere dei dubbi. Chiama lei per esporglieli. Lui si convince, dopo averle comunicato che nella chiesa non ci sarà ma soprattutto dopo avere parlato con i consuoceri e genitori. Il matrimonio ha inizio. Il parroco di Coliano, don Giovanni comincia l’omelia. Tutto sembra filare liscio come l’olio. Il clima è festoso, ci sono i tecnici per l’impianto luci, i fotografi impegnati a sistemare luci, e a riprendere lo sposo al suo ingresso in chiesa. E poi la ragazza. A mezzogiorno circa, mentre il parroco fa avvicinare all’altare i futuri sposini, per la reciproca promessa, cala il gelo. Francesca dice: no. Sconcerto tra le famiglie, gli invitati e naturalmente per Don Giovanni Gaudiosi che, inizialmente dice: “Puoi ripetermi cosa hai detto? Il microfono non funziona bene”. E lei: “No. Non voglio sposarlo”. E’ sgomento. Gli invitati in punta di piedi escono dall’altare. Così come le due famiglie. Nessuno commenta tantomeno il ristoratore. Insomma non si tratta questa volta di una telenovela, ma di pura realtà.