Sacripanti vuole la Fiba Cup: “Sarebbe bellissimo alzarla, lavoriamo per farlo”

Sacripanti vuole la Fiba Cup: “Sarebbe bellissimo alzarla, lavoriamo per farlo”

23 aprile 2018

Renato Spiniello – Appuntamento con la storia questo mercoledì al PalaDelMauro per la finalissima d’andata di Fiba Europe Cup tra la Sidigas Avellino e l’Umana Reyer Venezia, squadra che i biancoverdi hanno sofferto particolarmente negli ultimi due anni.

Coach Pino Sacripanti, prima dell’importantissima sfida, ha così commentato i preparativi del match: “Siamo alla vigilia di qualcosa di molto importante, giocare una finale europea ha per noi un valore unico ed emozionante e ci dà tanta adrenalina. Per noi è la terza finale in tre anni e vincerla non potrà che darci tanta soddisfazione”.

Si parte al PalaDelMauro questo mercoledì (ore 20:30), con ritorno a Venezia una settimana dopo: “Il ranking Fiba ci svantaggia da questo punto di vista, sarà importante la gestione del gruppo nell’arco delle due sfide e soprattutto rendersi conto che ogni minuto può essere decisivo per conquistare la coppa”.

Sulla Reyer: “Hanno il roster definito perché Sosa non può giocare in Fiba Cup, ma resta un gruppo dalle tante risorse, dai tanti quintetti e dalle mille energie. Occorrere da parte nostra solidità nell’arco degli 80 minuti, cercando di non avere gap negativi”.

Pronostico? “Saranno due partite di grande equilibrio, non credo ci sarà una squadra che spazzerà via l’altra, forse i nostri avversari avendo un roster più lungo potranno contare sulla maggiore freschezza fisica. La coppa ci toglie molte energie ma è anche vero che ormai siamo arrivati fin qui e usufruiremo anche dell’esperienza maturata.

Sarebbe bellissimo alzare un trofeo e ci ripagherebbe dei tanti sforzi fatti e della tanta sfortuna accumulata in stagione. Personalmente sto lavorando tantissimo per arrivare alla partita il meglio possibile, per noi conterà molto non avere distrazioni nell’arco dei 40 minuti”.