Sacripanti si assume le colpe: “Sbagliato l’approccio, sconfitta ci serva da lezione”

Sacripanti si assume le colpe: “Sbagliato l’approccio, sconfitta ci serva da lezione”

17 gennaio 2018

Renato Spiniello – Sesto k.o. stagionale in Basketball Champions League per la Sidigas Avellino, che esce sconfitta per 64-57 sul proprio campo contro i polacchi dello Stelmet Enea Zielona Gora. Scandone che conserva però il quarto posto nel gruppo D alla luce dei risultati dell’11° giornata, anche se in coabitazione con Ostenda.

“Abbiamo perso per colpa nostra – tuona a fine gara coach Sacripanti – è stato sbagliato l’approccio: siamo entrati male e sotto di 12 punti risulta difficile poi recuperare lo svantaggio. Non sono stato capace io a trasmettere ai ragazzi la giusta importanza e la giusta difficoltà della gara. Nella seconda frazione l’impegno c’è stato, ma era troppo tardi, al di là della posizione che occupa lo Stelmet gioca la migliore pallacanestro del girone”.

A mancare è stato lo spirito di sacrificio secondo il tecnico biancoverde: “Sconfitte così ci devono servire da lezione, dobbiamo restare umili e determinati ed evitare errori banali di concentrazione come questa sera. Solo non essendo presuntuosi e non sottovalutando nessuno possiamo vincere partite importanti. Siamo una squadra di sistema e solo giocando in questa maniera sappiamo fare bene”.

Il passaggio del turno resta tuttavia alla portata per la Scandone, che, a tre giornate dal traguardo, mantiene il quarto posto valido per la qualificazione alla fase playoff. “Quest’anno c’è più equilibrio – chiosa Sacripanti – spero che questa sconfitta non ci precluda il passaggio, ma mancano ancora tre partite e resta tutto aperto. Ci sono grandi squadre in lizza, ma puntiamo a farcela”.