Sacripanti: “Contro Capo d’Orlando gara ‘quasi’ decisiva, Jones ci darà una mano”

Sacripanti: “Contro Capo d’Orlando gara ‘quasi’ decisiva, Jones ci darà una mano”

21 aprile 2017

Mezzogiorno di fuoco in Sicilia per la Sidigas Avellino, che affronta l’Orlandina a tre giornate dal termine della regular season e l’obiettivo è mettere nel paniere punti importanti per restare tra le prime quattro i vista dei playoff.

“E’ quasi una gara decisiva – afferma coach Sacripanti – In palio ci sono due punti importantissimi anche se ci restano comunque altre due chance contro Caserta e Trento”.

La Sidigas ha aggiunto Shawn Jones, mentre gli isolani si sono rafforzati con il polacco Pawel Kikowski, ma il tecnico biancoverde più che al mercato guarda alla preparazione della gara. “Dovremmo essere bravi nel controllo del ritmo e a giocare ogni pallone con grande equilibrio. Ci siamo allenati bene in settimana, correggendo le spaziature data l’assenza di Fesenko e puntando maggiormente sui movimenti senza palla. Oggi e domani faremo un lavoro differente dato l’innesto di Jones e cercheremo di dargli un’indicazione sui quei 3-4 giochi che dovrà affrontare in partita e poi vedremo sul suo reale utilizzo a Capo d’Orlando”.

Soddisfatto del neo acquisto? “Quando si è fatto male Fesenko abbiamo cercato di velocizzare l’innesto di un giocatore nuovo, tuttavia tutti quelli liberi non erano di nostro gradimento mentre altri che abbiamo cercato alla fine non hanno dato la disponibilità. Gli incastri di mercato, con l’innesto di Howell a Gerusalemme, ci hanno fatto virare con prepotenza su Jones e alla fine lo abbiamo portato a casa. L’intento era prendere un 4 e 1/2 che giocasse entrambi i ruoli in modo da dare fiato anche a Leunen e Zerini”.

Le caratteristiche del nuovo arrivato. “Ha grande energia e sa concludere bene negli ultimi metri vicino al ferro, lo vedo più da 5 che da ala forte ma credo che abbia i mezzi per giocare entrambi i ruoli. Non ha l’esperienza di Logan o Ragland ma è un giovane che vuole mettersi in mostra”.

Per la Sidigas è stata una stagione martoriata dagli infortuni, per questo la società ha voluto cautelarsi con il nuovo innesto, Sacripanti però resta concentrato sul match di mezzogiorno: “E’ sempre un orario particolare, in più i nostri avversari rischiano di restare fuori dalle prime otto dopo un’ottima stagione e ciò gli darà motivazioni in più a fare bene. Dobbiamo essere bravi nel controllo del ritmo a non lasciargli tiri facili e ad essere pazienti nella costruzione dei tiri di squadra”.

di Renato Spiniello.