Sacco: “Cambiare vuol dire mandare a casa il centrosinistra”

12 giugno 2014

Avellino – “Dinanzi al fallimento della sinistra che governa la città di Avellino urge presentare, al più presto, un’alternativa di uomini ed idee. Solo attraverso una forte proposta programmatica gli avellinesi si convinceranno che è giunto il tempo di cambiare”. Lo afferma il dirigente provinciale di Forza Italia, Fausto Sacco. “Anche Foti – spiega Sacco – è vittima dei ricatti di quelle scorie politiche, ex Dc e Pci, che detengono il potere da 40 anni nella città capoluogo. Non è questione di candidato sindaco, autorevole o meno, quello che è necessario, è un autentico ricambio di classe dirigente utile a normalizzare la politica cittadina”. “Se gli avellinesi avranno il coraggio di voltare pagina e mandare a casa, senza se e senza ma, i vari Venezia, Adiglietti, Sarno, Fierro, De Luca, De Stefano, è possibile immaginare una buona amministrazione cittadina. Diversamente, codesti signori, continueranno a divertirsi sulle spalle degli avellinesi muovendo le loro fidate pedine nello scacchiere del Consiglio comunale di Piazza del Popolo”, conclude Sacco.