S. Angelo L., i Carabinieri commemorano i militari caduti nel sisma

28 novembre 2010

A trent’anni dal terremoto che colpì tragicamente il territorio irpino e la Campania tutta, nella mattinata odierna, a Sant’Angelo dei Lombardi, presso la Cattedrale di S. Antonino Martire, officiata dal Parroco Don Piero Fulchini è stata celebrata una solenne celebrazione religiosa in suffragio dei Carabinieri che hanno perso la vita durante il sisma che trent’anni orsono ha flagellato l’irpinia. Nell’occasione, alla presenza del Sindaco del capoluogo simbolo del terribile Sisma, del Comandante Provinciale Carabinieri di Avellino, Col. Giovanni Adinolfi e dei Comandanti delle Compagnie Carabinieri della provincia, dei rappresentanti delle Sezioni dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo e di una nutrita rappresentanza di militari e loro familiari sono stati ricordati tutti i militari che unitamente alle 2998 vittime innocenti che quella sera del 23 novembre 1980 hanno perso la loro vita in provincia di Avellino. A rendere maggiormente significativa questa semplice cerimonia è stata anche la presenza dei familiari di alcune delle vittime, per sugellare la vicinanza dell’Arma dei Carabinieri alle vittime del dovere ed ai loro familiari.
A qualche giorno dalle celebrazioni ufficiali del trentennale del terremoto anche i Carabinieri di Avellino hanno voluto ricordare, rafforzando maggiormente il vincolo di vicinanza nei confronti dei familiari, tutti i colleghi che persero la vita in quei 90 secondi che hanno cambiato il corso della storia irpina.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.