S.Angelo, decimo anniversario dalla scomparsa del Dott. Angelo Di Stasio

S.Angelo, decimo anniversario dalla scomparsa del Dott. Angelo Di Stasio

13 febbraio 2016

Oggi commemorazione e ricordo in Consiglio Comunale.

L’ex Presidente della Provincia e Sindaco di Sant’Angelo dei Lombardi, nel ricordo del Presidente della Pro Loco
Lo scorso 9 febbraio è caduto il decimo anniversario della scomparsa del Dott. Angelo Di Stasio, egli è stato ricordato da parte di familiari ed amici con la celebrazione di una Santa Messa in suffragio e la visita in via riservata alla Cappella presso il cimitero di Sant’Angelo dei Lombardi. Per l’occasione l’Amministrazione Comunale di Sant’Angelo dei Lombardi nel Centro Comunitario ha previsto per la mattinata di sabato 13 manifestazione commemorativa.

Il ricordo, misto a commozione, ancora oggi pervade i cuori di quanti lo hanno conosciuto e ne hanno apprezzato il tratto umano, la passione civile, politica e quella professionale di valente medico.
Il dott. Di Stasio, dai più, familiarmente comunemente chiamato Angiolino, era un ottimo ed apprezzato medico, ed era specializzato in Pediatria, Igiene e Sanità Pubblica; per circa cinquanta anni ha svolto la professione di medico di famiglia, il suo studio era aperto a quanti ne avevano bisogno,a tutti, a prescindere se questi fossero suoi assistiti o meno.

Egli, aveva praticato la professione di medico interpretandola come una vera e propria “Missione”.
Infatti, nonostante avesse avuto la possibilità di esercitare la professione di medico in città ed in ambienti più agiati, insieme alla sua famiglia, scelse di condividere le sue giornate ed il suo impegno tra la gente del suo paese, tra gli operai ed i contadini a cui egli era profondamente legato.
Seguiva i suoi pazienti per tutto l’iter diagnostico-terapeutico spesso, facendosi carico di accompagnarli e seguirli presso ospedali ed ambulatori specialistici.
Il dott. Di Stasio, durante la sua lunga attività, è stato Ufficiale Sanitario di Torella dei Lombardi, Teora, Lioni; è stato anche Medico Provinciale e Coordinatore Sanitario dell’ex USL n°2 di Sant’Angelo dei Lombardi.

A metà degli anni ’60, iniziò ad impegnarsi in politica partendo dal Comune di Sant’Angelo dei Lombardi come Consigliere Comunale, successivamente venne eletto Consigliere Provinciale, e nel 1975/76 venne chiamato alla Presidenza della Provincia.
Nella prima fase della sua esperienza politica, era vicino alle posizioni del P.S.I.; godeva della stima e dell’amicizia del Sen. Manlio Rossi Doria, Storico Meridionalista, era in procinto anche di essere il candidato al Senato della Repubblica, al suo posto ci fù un candidato del partito da Roma; successivamente si avvicinò alle posizioni della Sinistra di Base della D.C. ed all’On. Ciriaco De Mita.
Durante l’emergenza del dopo sisma si prodigò molto, sia sul piano politico che professionale tra la gente di Sant’Angelo dei Lombardi e dell’Alta Irpinia e nel 1990 venne eletto sindaco di Sant’Angelo dei Lombardi, a seguito di problemi di salute, sostenne l’elezione a Sindaco di Vincenzo Lucido.
Provò, nel 2005, grande amarezza e delusione per la mancata solidarietà degli amici e di quanti egli aveva spesso sostenuto, che lo privarono del consenso necessario per la rielezione al Consiglio Provinciale.
L’On. Alberta De Simone, Presidente della Provincia gli conferì l’incarico di Assessore, ma per evitare polemiche ed ulteriori lacerazioni, dopo qualche settimana si dimise. Negli ultimi tempi, Angiolino Di Stasio riteneva che per la ripresa e la rinascita di Sant’Angelo dei Lombardi era necessario impegnarsi per ricostruire tra i cittadini un forte senso di appartenenza, civico e comunitario.
Inoltre, egli auspicava che per il recupero di un nuovo protagonismo di Sant’Angelo dei Lombardi, per essere guida e servizio a tutto il territorio dell’Alta Irpinia, bisognava essere capaci di indicare nuovi processi culturali, sociali e nuovi percorsi politici, in sostanza una sorta di “I care”, farsi carico di tutti i problemi, difficoltà e speranze di tutta l’Alta Irpinia.
Forse a distanza di dieci anni, in questa direzione, resta ancora molto da fare.
Il Dott. Angelo Di Stasio che godeva di una diffusa popolarità, ancora oggi è ricordato con particolare affetto, non solo a Sant’Angelo ma in tutta la Provincia.