Ruota panoramica e gonfiabili: il salotto buono di Avellino ospita “Bimbo Days”

Ruota panoramica e gonfiabili: il salotto buono di Avellino ospita “Bimbo Days”

12 settembre 2017

«Spero di vedere i bambini riempire il Corso e schiamazzare liberamente». Non usa mezze parole, Sergio Trezza, nel descrivere la manifestazione “Bimbo days”, da lui ideata e che andrà in scena il 16 e 17 settembre lungo corso Vittorio Emanuele.

Il salotto buono della città verrà invaso da venti gonfiabili di varie dimensioni e forme, oltre a una ruota panoramica alta 16 metri. «L’ingresso costerà 5 euro per ogni bambino – spiega l’ideatore della kermesse – ma sarà valido per entrambi i giorni e darà accesso a tutte le strutture presenti». Metà del ricavato, inoltre, verrà destinato alla fondazione “Fibrosi Cistica”. L’evento, organizzato da Us Acli in collaborazione con Coni Avellino, vivrà anche momenti sportivi come il 17 settembre alle 17:30 con “Evento fitness”, ma ci sarà spazio anche ai giochi da tavolo grazie alle sfide organizzate dall’associazione “Per un pugno di dadi”.

«Questa città ha bisogno di progettualità – continua Trezza – a maggior ragione oggi che il governo ha ridotto sempre di più i contributi ai comuni. Se il tempo dovesse assisterci, sarà un evento straordinario per la città di Avellino. Anzi potrebbe essere classificato come l’evento dell’anno. Le famiglie dell’intera provincia di Avellino diventeranno i padroni del Corso».

Un progetto ambizioso, quello che verrà inaugurato sabato alle 15:30 con l’obiettivo che «non sia una cosa sporadica, ma che trovi un seguito in futuro. Per portare avanti iniziative del genere ci vuole progettualità e questa la si fa cercando di coinvolgere tutte le forze di questa città che, secondo un mio modesto parere, ha deciso di fermarsi in questo momento. O ci diamo una regolata tutti – prosegue Trezza – o questa città è destinata a morire. Sarebbe un peccato perché, credo, che Avellino si presenti bene, ha un Corso importante e strutture valide per poter organizzare questi eventi».

Al di là dell’evento, dunque, l’obiettivo è di dare un seguito anche per contribuire allo sviluppo della città: «Avellino è una città che ha sempre vissuto sul commercio e bisogna dare una mano agli esercenti, facendo rete e progettando iniziative che abbiano durata a medio e lungo termine».