Ruggiero e Nappi presentano mozione sfiducia a capogruppo Nocera

10 dicembre 2013

Avellino – I consiglieri regionali di Forza Italia Antonia Ruggiero e Sergio Nappi hanno presentato una mozione di sfiducia al presidente del Gruppo consiliare, Gennaro Nocera. “L’iniziativa – affermano i due esponenti azzurri – scaturisce dall’atteggiamento tenuto dal Capogruppo che, ‘sensibile’ ai richiami provenienti dall’esterno, ha subordinato la tutela della dignità del Gruppo e dei suoi iscritti alle prepotenze di chi considera Forza Italia come proprietà privata”.

“Nel caso specifico – spiegano i consiglieri regionali – il coordinatore uscente del Popolo della Libertà irpino, Cosimo Sibilia, ha assunto l’iniziativa di organizzare la presentazione di Forza Italia in provincia di Avellino, senza il coinvolgimento dei consiglieri regionali eletti sul territorio, peraltro senza neppure invitarli a tale manifestazione. Ebbene, il Presidente Nocera non solo ha ritenuto di smentire la solidarietà a noi manifestata in privato, ma addirittura ha espresso fiducia e riconoscimento alla controparte. Un atteggiamento inspiegabile che è lesivo della dignità dell’intero Gruppo consiliare regionale, ed è in netta contrapposizione con le determinazioni del Presidente Berlusconi che ha recentemente decretato l’azzeramento di tutte le cariche rivestite nell’estinto Popolo della Libertà chiedendo al nascente movimento di aprirsi al contributo di chiunque ne condivida i valori e le finalità”.

“Molti iscritti al Gruppo, informati dell’accaduto – aggiungono – hanno espresso stupore, rammarico e biasimo per l’atteggiamento tenuto da Nocera che non ha assolto ad uno dei principali doveri del Presidente del Gruppo che è quello di tutelare i suoi iscritti da ogni forma di prevaricazione. E’ dunque venuto meno il rapporto di fiducia che – chiudono Ruggiero e Nappi – dovrebbe essere alla base del vincolo che lega il Presidente del Gruppo e i suoi iscritti”. La mozione di sfiducia, sulla quale dovranno esprimersi tutti i consiglieri regionali di Forza Italia, sarà messa all’ordine del giorno della prossima assemblea di gruppo.