Rugby – primo hurrà per l’Avellino, i lupi battono i draghi

Rugby – primo hurrà per l’Avellino, i lupi battono i draghi

11 novembre 2018

Al terzo tentativo, i ragazzi dell’ovale irpino riescono a fare centro, sofferta ma meritata vittoria contro i Draghi Telese, 17- 20. Tre mete per ciascuno, ed un calcio piazzato che ha fatto la differenza sul risultato finale. Buona prova quella dei biancoverdi, che dopo un primo tempo in cui hanno mostrato di avere una marcia in pù rispetto agli avversari(0-5), non sono stati capaci di sfruttare la grossa mole di gioco prodotta che gli ha permesso di giocare per quasi tutti i quaranta minuti nella metà campo sannita, riuscendo a siglare una sola meta grazie a Gaetano Russo, l’ex Wolves sfruttava al meglio un assist di De Luca dalla dx del rettangolo, volando in meta, lasciando di stucco i dirimpettai, fallendone almeno altre tre a pochi centimetri dal traguardo.

Nella ripresa, dopo un buon avvio che ha fruttato la seconda meta di giornata, al 7′ grazie ad una prodezza di De Luca(0-12), i biancoverdi tirano troppo presto i remi in barca, un filino di stanchezza e aver giocato senza capitan Balsamo, il quale si è visto sventolare il rosso dal direttore di gara al 39′ del primo tempo – il beneventano Aquino – reo di aver reagito ad una scorrettezza di un giocatore di casa, per entrambi doccia anticipata: è stata la decisione adottata dell’arbitro. Sicchè hanno subito il ritorno dei Draghi, che hanno iniziato a sputare fuoco costringendo il sodalizio caro al Presidente Roca alla difensiva, al 16′ riuscivano ad accorciare le distanze con una meta di mischia(5-12) e al 21′ addirittura a pareggiare sfruttando sempre la mischia alla dx del terreno di gioco(12-12). Chieffo&company trovavano le energie per portarsi in avanti, al 28’approfittavano di un piazzato da favorevole posizione per portarsi di nuovo in vantaggio(12-15)a De Luca il compito di centrare la acca e portarsi sul più 3.

I ragazzi del Presidente Massimo Pallotta, guidati da Massimo Serino, non si danno per vinti, le prime mete realizzate in campionato danno linfa vitale per far si che possa arrivare la prima vittoria, così al 35′ sfruttando una voragine lasciata sulla sx, vanno a segnare nei pressi della bandierina(17-15). Sembra fatta, ma i boys di mister Mernone, non sono per niente d’accordo, raschiano il fondo del barile per trovare le ultime energie residue al fine di sferrare gli ulimi attacchi.

E’ il solito De Luca ad alzare la voce, tra i migliori in campo insieme a Badje e Vietri, proprio il biondo finger pass serinese scorge un varco sulla dx del campo, si insedia immediatamente facendosi largo degli avversari, Vietri ed il dottor Console hanno il merito di seguirlo, De Luca gli serve un ghiotto cioccolatino, che il tallonatore non può far altro che scartocciare ed ingoiare, tuffandosi in meta, ribaltando nuovamente il risultato(17-20), al minuto 39.

Ci sarebbe ancora qualche minuto da giocare, ma i draghi non ne hanno più, gli irpini fanno buona guardia, arriva il fischio finale, la prima vittoria in campionato ed il primo Hurrà – strozzato in gola per troppo tempo – si può portare a casa.

Formazione: 15 Maccaronio 14 Coscia 13 De Benedictis 12 Vietri 11 Capasso 10 Ruggiero(32’s.t. Piano) 9 Russo 8 De Luca 7 Balsamo 6 Celano 5 Iandolo(15′ s,t. Amodeo) 4 Chieffo 3 Badje 2 Console 1 Di Napoli.

Mete: 19’p.t. Russo(0-5) 7′ De Luca(0-12) 39′ Console(17-20)

Calci: De Luca 4(2)

Giallo: Iandolo

Rosso: Balsamo