Ruba un’autovettura e si finge morto: arrestato dai carabinieri

30 luglio 2008

Avellino – Agli occhi dei passanti era sembrato un uomo privo di vita riverso sui sedili anteriori di una fiammante utilitaria e tale infatti è stata la segnalazione giunta al “112 pronto intervento” dei Carabinieri. Ma quando la volante dei militari era a poche centinaia di metri, l’uomo è “resuscitato” tra lo stupore dei curiosi ed ha cominciato a scappare a gambe levate. Una storia che ha del paradossale ed invece ricalca fedelmente la trovata mal riuscita di un giovane extracomunitario che in maniera originale ma sicuramente maldestra, visto il risultato, aveva escogitato come reazione all’essere stato scoperto con “le mani nella marmellata”. I Carabinieri della Compagnia di Avellino non hanno perso tempo e dopo un breve inseguimento hanno acciuffato il giovane ladro. Il fatto è avvenuto nel quartiere di Quattrograna ovest alle prime luci dell’alba. Il malvivente, un ventiduenne di origine palestinese, è stato arrestato per tentato furto aggravato ed è stato condannato dopo l’udienza con rito direttissimo alla pena di dieci mesi di reclusione e dell’obbligo di firma quotidiano. L’autovettura naturalmente è stata riconsegnata al proprietario.