Rotondi, due assessori firmano la mozione di sfiducia contro il sindaco

Rotondi, due assessori firmano la mozione di sfiducia contro il sindaco

17 febbraio 2016

Trema la poltrona del sindaco di Rotondi (Avellino) Antonio Russo.

Quattro consiglieri – due di maggioranza e due di opposizione – hanno presentato una mozione di sfiducia nei confronti della fascia tricolore eletta tre anni fa nel piccolo comune della Valle Caudina.

La mozione – indirizzata al presidente del Consiglio Gallo – porta in calce la firma di Raffaele Lanni e Gennaro Mainolfi per la minoranza e degli assessori (che però hanno da tempo rimesso le deleghe) Bartolomeo Esposito e Nello Ilario.

I quattro hanno additato al sindaco Russo una cattiva gestione della politica del Comune, confusione e inerzia.

Entro 10 giorni, si dovrà convocare il consiglio e discutere la mozione.

Se le cose dovessero restare in questo modo, con questi numeri, la mozione di sfiducia dovrebbe essere bocciata. Il consiglio comunale di Rotondi, infatti, conta otto componenti, sette consiglieri comunali, eletti, più, naturalmente, il sindaco che deve essere considerato un membro dell’assemblea a tutti gli effetti.

Per sfiduciare il primo cittadino, c’è bisogno della metà più uno dei componenti l’assemblea.