Roma. Uccide moglie, ferisce figlio e si suicida. Erano originari di Avellino

Roma. Uccide moglie, ferisce figlio e si suicida. Erano originari di Avellino

23 maggio 2020

di AnFan – Oggi in via Francesco Maria Torrigio, Periferia Ovest di Roma, si è consumato un dramma famigliare. Nicola Russo, 67enne, ha ucciso la moglie, Gerarda di Gregorio, e ferito gravemente il figlio (44 anni), per poi suicidarsi.

Il 44enne è attualmente in gravi condizioni mentre per la moglie non c’è stato niente da fare.

La famiglia era originaria di Avellino, ma viveva stabilmente a Roma da anni.

Nicola e Gerarda avevano divorziato. La donna con il figlio avevano deciso di andare a recuperare degli oggetti personali nella casa che avevano abbandonato, in cui viveva Nicola. All’arrivo dei due il 67enne, un ex guardia giurata, ha accoltellato la moglie e fatto fuoco con la sua pistola di ordinanza.

Preziosa una testimonianza rilasciato al quotidiano Il Messaggero:

“Ho visto una persona a terra in via Torrigio con una ferita alla gola, sanguinava e ho pensato fosse morto ma poi mi sono reso conto che respirava”.