FOTO/ “Ripuliamo la città”, ad Ariano la prima Giornata ecologica: per chi inquina sanzioni sempre più severe

FOTO/ “Ripuliamo la città”, ad Ariano la prima Giornata ecologica: per chi inquina sanzioni sempre più severe

22 agosto 2019

Copertoni di auto, buste di immondizia, ingombranti, carcasse di animali, calcinacci, erbaccia. Il corredo urbano lungo la strada che costeggia la ex fornace, in contrada Tesoro ad Ariano, è spaventoso. E così questa mattina alcuni cittadini si sono dati appuntamento alle 9 davanti ai cassonetti e con guanti, scope e tosa erba hanno iniziato a ripulire.

L’iniziativa è partita dall’amministrazione comunale che ha promosso la prima Giornata ecologica e ha interessato contemporaneamente quattro tra i punti più critici del Tricolle: Contrada Tesoro, Stazione, Martiri e Cardito.

“C’è incuria da parte delle persone, degli stessi abitanti. Qui vengono a buttare l’immondizia anche da paesi vicini” racconta Daniele, referente della zona, che denuncia insieme ad un’altra residente come in tanti, troppi, vengano a sversare rifiuti in quella zona, ai piedi di quella fornace sotto sequestro da anni diventata essa stessa pericolosa.

Sanzioni sempre più salate e video sorveglianza, è il monito dell’assessore al Decoro urbano, Massimiliano Grasso che spiega: “Questa iniziativa serve a riqualificare le zone di Ariano. Tutta la città ha bisogno di isole ecologiche e l’amministrazione comunale sta lavorando per questo. Insieme alle associazioni poi, vogliamo creare rete per educare i cittadini a rispettare l’ambiente”.