Rione Parco: 1,5 milioni per l’ex caserma dei Vigili. Un restyling per il rilancio del quartiere

Rione Parco: 1,5 milioni per l’ex caserma dei Vigili. Un restyling per il rilancio del quartiere

24 luglio 2018

Marco Imbimbo – Il progetto esecutivo c’è e il bando per affidare i lavori è stato ufficializzato. A piazza del Popolo hanno deciso di investire 1,5 milioni di euro per rimettere a nuovo l’ex caserma dei Vigili di Rione Parco. Il restyling servirà a consegnare al quartiere una struttura dalle funzioni sociali. Al suo interno verrà realizzato l’ufficio del Piano di Zona, il segretariato sociale, mediazione culturale, Ufficio PUA (porta unica di accesso), Centro Ascolto Diocesana, Banco di solidarietà, Sportello di supporto legale gratuito, Servizio Civile Volontario.

L’idea nasce dalla valutazione sociale del contesto di Rione Parco. “L’intervento di ri-funzionalizzazione e riqualificazione dell’edificio ex Caserma assume un significato di fondamentale importanza relativamente alla potenzialità e conseguente impatto sociale che tale azione produce direttamente e indirettamente nel contesto territoriale del quartiere”, come si legge nel prospetto descrittivo dell’intervento, dopo una breve analisi sulla dimensione sociale della povertà, condotta dagli uffici di Piazza del Popolo, per comprendere l’importanza dell’intervento sociale della struttura in oggetto, che diventa il centro della riqualificazione del quartiere.

“La finalità della struttura è quella di offrire uno spazio fisico ed un tempo definibile di “tregua”, in cui è possibile dare una prima risposta ai bisogni di sussistenza materiale, dove è possibile instaurare relazioni di reciprocità che superando ogni steccato, non faccia morire nelle persone accolte un sentire ancora fiducia in se stessi e negli altri”, spiega il prospetto tecnico.

L’ex caserma dei Vigili assume un ruolo strategico anche di fronte alla presenza di realtà consolidate sul territorio, ma per la prima volta riunite in una unica struttura permetterà la presa in carico e la progettazione personalizzata degli interventi alla persona dando risposte efficaci e dirette. La superficie dell’immobile è di circa 600 metri quadrati utili. Struttura progettata nel 1977 e realizzata nel 1980, il restyling vedrà interventi su tutta l’edificio a cominciare dall’adeguamento strutturale e impiantistico, ma anche impianti eliminacode e videoproiezione, televisivo, videosorveglianza. La struttura sarà oggetto anche di efficientamento energetico con l’installazione di pannelli fotovoltaici. L’intervento è stato messo a bando da poco e bisognerà attendere il 3 settembre per affidare l’appalto e veder partire i lavori. Il tempo stimato per la realizzazione del restyling è di 420 giorni.