Rilancio Fca, Zaolino attacca la Fiom: “Prefigura scenari apocalittici”

Rilancio Fca, Zaolino attacca la Fiom: “Prefigura scenari apocalittici”

18 luglio 2018

 

“Lo stabilimento di Pratola Serra ha tutte le caratteristiche tecniche e di qualità della manodopera per competere all’interno del gruppo”. Giuseppe Zaolino, segretario Fismic, sembra avere pochi dubbi sul futuro di Fca in Irpinia e bacchetta chi “sul futuro della fabbrica prefigura scenari apocalittici”.

“Hanno già toppato nel 2014 quando si sono opposti al piano di rilancio di Marchionne e continuano a sbagliare oggi che il gruppo ha azzerato l’indebitamento e presentato un nuovo piano quadriennale da 40 miliardi di euro,tutto autofinanziato”.

“La scelta di Marchionne di produrre in Italia tutti i nuovi modelli “Premium” creerà nuova ricchezza e dare stabilità ai livelli occupazionali. Chi ha deciso di stare fuori  da questi processi decisionali si è isolato sindacalmente e si è indebolito in mezzo ai lavoratori. Servono comportamenti nuovi e concreti. Gli appelli a stare insieme per continuare a sbagliare sono irricevibili. Dal nostro punto di vista – conclude Zaolino – la scelta di stare fuori dal contratto nazionale si è dimostrata politicamente sbagliata, se vogliono recuperare sanno che cosa devono fare”.