Riflessione del Pd di Caposele

26 gennaio 2013

“Le elezioni sono alle porte le questioni sono rimaste ancora aperte, che fare, questa è la domanda che si pone il Partito Democratico di Caposele per il tramite del suo Segretario Gelsomino Grasso dopo una approfondita analisi sulle questioni aperte nell’alta Irpinia e nell’alta Valle del Sele. La questione più spinosa di oggi è la forestazione nella Regione Campania. La Giunta Regionale Campania ancora oggi non ha saputo risolvere, dopo la soppressione dell’ente montano voluto dal ministro Tremonti, la soluzione per la salvaguardia dell’ambiente e la salvaguardia degli operai idraulici forestali sentinelle del territorio. Basti pensare che ad oggi sono diciotto mesi che gli operai idraulici forestali della Comunità Montana Terminio Cervialto non percepiscono lo stipendio, mettendo in serie grave difficoltà quelle famiglie con monoreddito. La politiche del Centrodestra della nostra Regione ha messo nel dimenticatoio anche la questione forestazione, in quanto non si intravede la luce per il futuro del 5000 operai forestali sparsi sul territorio campano, oltre logicamente al licenziamento dei 150 operai della Comunità Montana Alta Irpinia in quanto mancanza di fondi da parte della Regione. La Sezione locale di Caposele si auspica che in questa tornata elettorale ci sia da parte del PD il massimo impegno a livello Nazionale e Regionale alla risoluzione del problema, cioè una politica ben programmata sulla salvaguardia della montagna e dell’ambiente. A tal proposito oggi il Segretario Gelsomino Grasso consegnerà alla nuova rappresentanza istituzionale e regionale del Partito un documento che in sintesi viene posto il problema e la risoluzione nonché garanzia degli operai. Altra questione negativa è la soppressione dello STIE 118 a Caposele il Coordinamento ASL di Avellino ha ritenuto valida la relazione del Dott. Califano sulla questione kilometrica che in ogni caso non è corretta, anziché il riconoscimento del Comune di Caposele come Comune con una popolazione di 40.000 riconosciuto con la legge regionale n. 1 del 2008 dovuto al flusso turistico del santuario di San Gerardo Maiella oltre un milione di visitatori annui durante tutto il periodo dell’anno. Il Partito Democratico di Caposele ribadisce ancora una volta che la questione del 118 c’è e deve rimanere anche a Caposele che entra in ogni caso sul numero di 25 punti STIE programmati dalla Regione sulla programmazione sanitaria. La Sezione locale impegnata in prima linea per la garanzia della postazione STIE 118 a garanzia della popolazione di Caposele e il popolo che ci onora con la loro presenza turistica, traino sociale ed economico locale”.