Rifiuti – Pdl trova la quadra:”Si apre la discarica Macchia Soprana”

24 novembre 2010

Il Pdl trova la strada maestra per i rifiuti. Via libera alla riapertura della discarica di Macchia Soprana, a Serre, nel salernitano: questa la prima decisione concreta scaturita dal vertice che si è svolto a Roma alla presenza del governatore Stefano Caldoro e dei massimi esponenti del Pdl nazionale e campano, tra i quali Maurizio Gasparri, Gaetano Quagliariello, Nicola Cosentino, Mario Landolfi, Fulvio Martusciello, l’assessore regionale all’ambiente Giovanni Romano, e i presidenti delle province campane Cosimo Sibilia (Avellino), Luigi Cesaro (Napoli) e Edmondo Cirielli (Salerno). “I vertici istituzionali – recita un comunicato diffuso al termine della riunione – hanno assicurato la immediata apertura della discarica di Macchia Soprana, la piena collaborazione tra le province e la immediata chiusura degli accordi commerciali in corso per l’invio delle frazioni destinate a recupero fuori il territorio della Campania”.

La riapertura di Macchia Soprana, servirà per raccogliere i rifiuti della stessa zona ovvero del salernitano, alleggerendo quindi il peso su altre discariche.Un puzzle complicato, un incastro che vede però come necessario sbocco conclusivo sempre e comunque la realizzazione dei termovalorizzatori. Allo stato di fatto Avellino quindi gode della massima tranquillità, così come sempre promesso dal presidente Sibilia che non avrebbe accettato un chilo in più di rifiuti rispetto alle quantità stabilite anche in relazione allo scambio di solidarietà tra province. Inoltre è stato espresso “massimo apprezzamento” per il contenuto del decreto approvato dal Consiglio dei Ministri.

Il Pdl non risparmia l’ennesima bordata al sindaco di Napoli Iervolino, ma arriva anche una stoccata al sindaco di Salerno, De Luca: tra le ragioni della crisi si individua tra i referenti del Pdl “… il mancato avvio della raccolta differenziata a Napoli e la mancata realizzazione del termovalorizzatore che il sindaco di Salerno De Luca avrebbe dovuto realizzare fin da gennaio 2008 in qualità di commissario straordinario”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.