Rifiuti, la nota dell’Osservatorio Regionale sulla Gestione dei Rifiuti

Rifiuti, la nota dell’Osservatorio Regionale sulla Gestione dei Rifiuti

18 gennaio 2017

Di seguito la nota del presidente dell’Osservatorio Regionale sulla Gestione dei Rifiuti Enzo De Luca:

Si è riunito ieri a Napoli il Consiglio direttivo dell’Osservatorio Regionale sulla Gestione dei Rifiuti (ORGR), presieduto dal sen. Enzo De Luca.

Sono stati approvati provvedimenti che rappresentano il programma immediato dell’organismo, in coincidenza con l’avvio del riassetto gestionale locale dei rifiuti, preludio alla realizzazione del nuovo ciclo integrato ambientale.

In particolare, è stato approvato un protocollo d’intesa tra l’ORGR, l’Assessorato regionale all’Istruzione e la Sovrintendenza Scolastica Regionale per la promozione nelle scuole della raccolta differenziata con riferimento alla cultura del riciclo. Agli alunni e agli studenti saranno illustrati gli obiettivi del Piano Regionale, che inquadra i rifiuti come una risorsa, motore di una industria del recupero in Campania.

In questo quadro, l’Osservatorio incontrerà le associazioni che rappresentano le imprese rurali e i coltivatori, per spiegare agli operatori le opportunità di impiego nell’agricoltura del compost di qualità, destinato ad essere ricavato in misura crescente dalla trasformazione della frazione organica raccolta in Campania.

“Sono iniziative che mirano a sensibilizzare le imprese, le famiglie e le nuove generazioni sulla necessità di un modello ambientale in grado di rilanciare l’economia, proteggere e tutelare l’ambiente, realizzando un ciclo integrato sostenibile”, ha affermato al termine dei lavori il Presidente dell’Osservatorio Enzo De Luca.

“Il Piano Regionale dei Rifiuti consentirà alla Campania di diventare un modello nel Paese”, ha aggiunto, sottolineando “i meriti del Governatore e della sua Giunta, impegnati in una fase di bonifica territoriale dalle ecoballe di cui si vedono già i primi risultati”.

Nell’annunciare la volontà di portare avanti i propri compiti in stretta sinergia con il mondo scientifico attraverso intese finalizzate, il Direttivo ha stabilito le modalità di accompagnamento delle autonomie locali, alla vigilia della istituzione degli Enti d’Ambito.

L’Osservatorio ha programmato una serie di incontri territoriali con i sindaci delle città capoluogo e con le rappresentanze dei centri maggiori per discutere e definire il relativo cronoprogramma.

Inoltre, sono state programmate le iniziative necessarie a rafforzare le attività di controllo del ciclo integrato, in linea con gli obiettivi stabiliti dalla Giunta e dal Consiglio regionale.

Si annuncia un incontro con forze dell’ordine e magistratura, finalizzato ad un protocollo d’intesa.

Tra le altre questioni affrontate, la creazione di un ramo dell’ORGR nelle aree di Acerra e Caserta, con l’apertura di sedi distaccate; un nuovo incontro con le rappresentanze delle province e della città metropolitana per momenti di verifica e controllo sulla riorganizzazione in atto degli osservatori provinciali; la relazione trimestrale che l’Osservatorio dovrà trasmettere al Consiglio regionale.

In conclusione, il Presidente dell’ORGR Enzo De Luca ha avanzato la proposta di un convegno nazionale sul tema del ‘Ciclo Integrato dei Rifiuti in Campania e nel Mezzogiorno’, da realizzare di concerto con la Commissione Bicamerale di Inchiesta sulle Ecomafie. Obiettivo dell’iniziativa, un’audizione sulla situazione in Campania e nel Meridione d’Italia preceduta da uno studio analitico conoscitivo.