Rifiuta alcoltest: assolto. Dovevano dirgli che poteva chiamare l’avvocato

Rifiuta alcoltest: assolto. Dovevano dirgli che poteva chiamare l’avvocato

3 Luglio 2020

di AnFan – Rifiuta l’alcol test e viene assolto perché la polizia giudiziaria non l’aveva avvisato che aveva la possibilità di farsi assistere da un avvocato di fiducia. Lo ha deciso il giudice di Avellino, Elena di Bartolomeo, che ha assolto un 56enne di Altavilla Irpina, finito a processo per fatti che risalgono al 2016.

L’uomo era stato fermato dalle forze dell’ordine e si era rifiutato di sottoporsi all’etilometro.
L’avvocato, Alberico Villani, ha sostenuto che, secondo quanto previsto dall’articolo 114 delle disposizioni di attuazione del codice di procedura penale, la polizia giudiziaria in casi simili a quello contestato, deve avvisare la persona sottoposta a indagini della facoltà di farsi assistere da un difensore di fiducia.