Ricettazione e tentata estorsione, denunce ad Ariano e Avellino

15 dicembre 2011

Gli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ariano Irpino, in concorso con i colleghi di Cerignola, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Foggia due fratelli, un quarantanovenne e un quarantacinquenne di Cerignola, per reato di ricettazione. I due, già noti alle forze dell’ordine, sono stati trovati in possesso di un gruppo elettrogeno e di altro materiale trafugato ad Ariano Irpino, lo scorso 8 dicembre, dal deposito di un imprenditore locale. Le indagini hanno permesso di rintracciare ed individuare i due uomini ponendo fine alla loro attività illecita. All’atto del furto, fu trafugato anche un autocarro, rinvenuto poi poco distante dal casolare dove era stata recuperata la merce asportata, che fu restituito al legittimo proprietario.

Ad Avellino, invece, due parcheggiatori abusivi 45enni di Avellino, sono stati deferiti in stato di libertà per reato di estorsione dagli uomini della Sezione Volanti della Questura. La vittima, un giovane ventunenne di Avellino, all’atto di ritirare la propria autovettura, in precedenza parcheggiata, è stato affrontato dai due parcheggiatori che avanzavano una richiesta di denaro. Al diniego del ragazzo, lo minacciavano di procurargli danni alla vettura. A seguito di ciò, il giovane si è rivolto alla Polizia che ha rintracciato e fermato i due pregiudicati i quali sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Avellino.