Restano incastrati mentre fanno l’amore in auto, arriva il chirurgo

29 gennaio 2013

Un “infortunio” non nuovissimo per chi lavora in un Pronto Soccorso di un Ospedale che però non esime dall’imbarazzo chi è chiamato ad occuparsene. Il “ fattaccio” , cioè due corpi che restano avvinghiati perché rapiti dalla passione, è accaduto stavolta sulle sponde del Trasimeno, in provincia di Perugia. Due corpi giovani, e perciò appartenenti a persone con poca esperienza nel gestire le “grandi manovre” dell’esuberanza sessuale, ma c’è di più : l’uomo e la donna sono anche legati da un vincolo di parentela. Non una parentela diretta, e dunque meno scandalosa, ma la passione è ugualmente scattata. Entrambi maggiorenni, con la donna di qualche anno più grande del nipote acquisito. I due si erano messi all’opera nella autovettura del giovanotto, forse il luogo meno adatto per certi contorsionismi: non è difficile immaginare quando dopo chissà quanti tentativi i due amanti hanno dovuto prendere atto che non potevano liberarsi autonomamente. Per fortuna il cellulare a portata di mano: la richiesta di aiuto al 118 , tacendo gran parte dell’accaduto e limitando l’informazione ( “ci siamo feriti in un incidente non possiamo guidare nessuno dei due”) , e poi al loro arrivo la sconcertante verità. Gli infermieri hanno fatto di necessità virtù, si sono limitati a rassicurare i due che la privacy avrebbe coperto la loro audacia sessuale. Ma si sa come vanno queste cose: qualcuno ha spifferato ad un amico e da li la voce si è diffusa in tutta l’ampia zona del Trasimeno. Un controllo all’Ospedale di Castiglion del Lago non è stato possibile in maniera ufficiale, ma è bastato che qualcuno dicesse che un certo incidente era avvenuto, e chissà come sarà stato registrato sul diario sanitario. Certo è che sono state necessarie delle manovre da parte del chirurgo per liberare i due giovani e focosi amanti che poi rientrati in famiglia hanno dovuto dare spiegazioni meno approssimative a chi chiedeva loro come mai avevano dovuto trascorrere tanto tempo fuori casa.