Renzi si dimette: “Riconsegniamo le chiavi, Pd non sarà mai partito-stampella”

Renzi si dimette: “Riconsegniamo le chiavi, Pd non sarà mai partito-stampella”

5 marzo 2018

“Lascio la guida del Pd, è doveroso aprire una pagina nuova”, così il segretario dem Matteo Renzi in diretta dal Nazareno annuncia le sue dimissioni da leader del partito.

Si apre dunque da oggi una lunga ed amara fase congressuale all’interno di un Partito Democratico ormai in piena crisi dopo i deludenti risultati delle urne.

“Saremo all’opposizione, il Pd non sarà mai il partito-stampella di un governo di forze anti-sistema”, ha incalzato l’ex enfant prodige della politica italiana. E ancora: “Con Di Maio e Salvini ci dividono tre elementi chiave: il loro anti-europeismo, la loro anti-politica e l’odio verbale che hanno avuto contro i militanti democratici”.

L’uscita di scena di Renzi resta, nonostante tutto, priva di rimpianti: “Siamo orgogliosi dei nostri risultati di governo, ora riconsegniamo le chiavi convinti di aver contribuito a creare un Paese migliore”.