Regione, raccolta differenziata: quasi 2 mln di euro all’Irpinia

5 giugno 2014

Napoli – E’ stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania la graduatoria finale dei progetti, presentati ai sensi dell’avviso pubblico emanato lo scorso ottobre del 2013 da parte di Comuni, in forma singola o associata, per la realizzazione o per l’ampliamento dei centri di raccolta a supporto della raccolta differenziata dei rifiuti urbani. La somma complessivamente messa a disposizione è pari a circa 10 milioni, di cui 8 per la realizzazione e 2 per l’ampliamento dei centri di raccolta.

“Il provvedimento conferma il forte e concreto impegno della Giunta regionale e del presidente Caldoro per il miglioramento della raccolta differenziata e la riduzione dei rifiuti a monte nella nostra Regione. Uno sforzo straordinario per aiutare i Comuni, destinatari per legge di tutte le competenze gestionali in materia di rifiuti urbani, a raggiungere gli obiettivi di raccolta differenziata e contribuire alla corretta gestione del ciclo. Siamo già alla lavoro per finanziare gli ulteriori progetti dei Comuni che non sono rientrati in questa prima fase e a pubblicare un nuovo bando per quelli che non vi hanno partecipato”. Così l’assessore all’Ambiente Giovanni Romano.

“In Campania è stata raggiunta una media di raccolta differenziata del 50%. Chiaramente non bisogna abbassare la guardia ed impegnarsi a fare sempre di più e meglio. L’azione di governo regionale ha consentito una riduzione annua della produzione di rifiuti globale pari a 100mila tonnellate. I dati confermano che ci poniamo di molto al di sopra rispetto alle altre regioni del Centro-Sud e ci avviciniamo agli standard delle regioni del Nord Italia”, conclude Romano.

“Per anni siamo stati la Regione canaglia. Oggi abbiamo le carte in regola”, sottolinea il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro. “L’azione della Regione, in sintonia con l’attività fondamentale dei Comuni, sta garantendo risultati eccellenti. L’impegno deve continuare, non bisogna fermarsi mai” ha concluso il presidente.

Progetti per la realizzazione di centri di raccolta, divisi per provincia, ritenuti ammissibili e relativo finanziamento.

Sperone € 149.029,28
Conza della Campania € 96.428,21
Manocalzati € 99.318,03
Cassano Irpino € 100.000,00
Marzano di Nola € 100.000,00
Teora € 98.821,30
San Martino Valle Caudina € 90.833,46
Pratola Serra € 87.984,59
Calitri € 100.000,00
Atripalda € 171.517,71
Lauro € 160.055,17
Sant’Andrea di Conza € 100.000,00
Calabritto € 99.335,52
Santa Paolina € 99.683,65
Volturara Irpina € 99.965,17
Montoro Inferiore € 163.300,67

Progetti per l’ampliamento dei centri di raccolta, divisi per provincia, ritenuti ammissibili e relativo finanziamento.

Lioni € 74.328,18