Regione – La D’Amelio in Svizzera e… l’incontro con gli irpini

13 dicembre 2005

“In Svizzera perché mancava il lavoro e dunque anche il pane. Tanti viaggi disperati alla ricerca di una diversa qualità della vita. Il dolore per il distacco dalla terra d’origine per affrontare un futuro incerto in terra straniera. La paura di non capire nulla della lingua e dei costumi. Questo il passato. Oggi, in Svizzera si registra la numerosa presenza di tante comunità italiane che sono riuscite ad integrarsi e diventare punti di riferimento”. Con queste parole l’assessore all’Emigrazione della Regione Campania, Rosa D’Amelio, ha commentato il viaggio fatto in Svizzera dal 9 all’11 dicembre accogliendo l’invito del Console Generale d’Italia a Zurigo per incontrare una rappresentanza delle comunità campane residenti nel paese elvetico. “Un momento di grande confronto. La doppia cultura come elemento di pregio. Non si parla più di emigrazione in senso stretto ma di italiani all’estero Che vivono appunto questa particolare condizione”. Un primo incontro si è avuto nella mattinata di sabato presso la sede del Consolato. Hanno partecipato oltre al Console Generale d’Italia, Giovanni Maria Veltroni e all’assessore D’Amelio, anche il dirigente del Settore Ormel della Regione Campania, Massimo Angrisano, il Consultore per l’Emigrazione della Regione Campania in Svizzera, Antonio Racioppi, il Presidente della Federazione delle associazioni dei campani residenti in Svizzera Vincenzo Fontana, il Sindaco del Comune di Morra De Sanctis, Gerardo Capozza nonché presidenti di Associazioni e componenti del Comites. “Un confronto molto importante che ha creato l’occasione per una conoscenza diretta delle associazioni, la loro organizzazione ma soprattutto il loro impegno verso le comunità. Inoltre, ho presentato le iniziative regionali a favore dei campani residenti all’estero, sia verso i meno giovani che verso le nuove generazioni. L’utilità dell’incontro è stata confermata anche dal fatto che ho illustrato le novità della nuova legge regionale pronta per essere approvata in Giunta Regionale a cui si uniscono le nuove ‘Linee Guida per i Campani nel Mondo per l’anno 2006’, tramite le quali la Regione si è impegnata ad intensificare i rapporti con gli Enti Locali e con il Governo Centrale”. Nel pomeriggio la D’Amelio è stata ospite della comunità di campani partecipando ad una cena ufficiale offerta dalla Federazione delle Associazioni. La visita è proseguita il giorno successivo incontrando a Lugano la comunità emigrata dal comune di Morra de Sanctis. L’occasione è stata il tradizionale pranzo di Natale che la comunità organizza ogni anno. “Anche in questo incontro – ha dichiarato D’Amelio – ho potuto registrare da parte dei nostri conterranei un grande clima di cordialità e di disponibilità. Sentimenti che di certo non sono nuovi al carattere della gente campana”. L’iniziativa dell’Assessore coincide con la presentazione del portale web per Emigrati, realizzato dalla presidenza della Regione con l’Assessorato alle Politiche Sociali, delega ricoperta anche da Rosa D’Amelio. Un progetto che intende tenere uniti tra loro e con la terra madre i 6 milioni di campani residenti in tutto il mondo. Inoltre, nei prossimi mesi si darà il via alla nascita del museo dell’emigrazione nel porto di Napoli.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.