Regione, incentivi per i centri storici: approvato l’avviso pubblico

13 marzo 2006

I Comuni, ai sensi dell’art. 34 del Regolamento di attuazione della L.R. 18 ottobre 2002, n. 26, di seguito denominato Regolamento, possono presentare per l’annualità 2006 alla Regione Campania, entro il 31 Marzo c. a., istanza per la concessione dei contributi, previsti dalla su richiamata legge regionale, per le tipologie di azioni di cui al successivo punto.

Sono ammissibili a contributo le seguenti azioni:
a) oneri per la redazione del Programma Integrato di riqualificazione urbanistica, edilizia e ambientale, di cui all’articolo 5 della L.R. n. 26/2002;
b) oneri per la redazione del Piano del Colore per l’edilizia storica, di cui al Titolo II – articolo 6 della su richiamata legge regionale;
c) gli interventi, se inseriti in un Programma di Valorizzazione di cui all’art. 2 del Regolamento o in un Programma Integrato di riqualificazione urbanistica, edilizia e ambientale, approvati ai sensi di legge, la cui definizione progettuale è almeno definitiva e riguardano l’esecuzione di opere attinenti alle seguenti tipologie:

  • recupero, ristrutturazione e consolidamento di immobili;
  • arredo urbano;
  • pavimentazioni stradali;
  • verde pubblico;
  • demolizione di parti incongrue;
  • apparecchiature di servizio e d’uso;
  • altri eventuali interventi di riqualificazione dei centri storici.

In particolare, gli interventi di cui alla lettera c) devono essere volti a migliorare l’immagine complessiva di ambiti degradati e interessare strutture o spazi pubblici. Devono, altresì, essere realizzati nel rispetto del contesto urbanistico che si è venuto a configurare nel corso dei secoli a testimonianza dell’identità storico-culturale dei luoghi;

Costituisce criterio preferenziale per la concessione dei contributi, lett. c) la dotazione del Programma Integrato di riqualificazione urbanistica, edilizia e ambientale, ferma restando la priorità alle istanze presentate dai Comuni con meno di quarantamila abitanti;

Soggetti Beneficiari.

Sono beneficiari dei contributi i Comuni della Campania nel cui territorio ricadono strutture, insediamenti e impianti urbanistici o parti di nuclei urbani di interesse storico, artistico e ambientale, come classificati nell’art. 2 della L.R. n. 26 del1’8.10.2002. Modalità e termini per la presentazione delle istanze di contributo. I soggetti che intendono accedere ai contributi finanziari debbono far pervenire con ogni mezzo, a pena di esclusione, entro le ore 16,00 del 31 Marzo c.a., le istanze di contributo, con la specifica indicazione del costo totale dell’azione, al seguente indirizzo:

REGIONE CAMPANIA
Settore Tutela Beni Paesistici,
Ambientali e culturali
Centro Direzionale – Isola A/6
80143 N A P O L I

L’avviso pubblico è consultabile sul sito www.regione.campania.it