Regione Campania dovrà restituire 8 milioni di euro alla Provincia

11 febbraio 2013

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha respinto l’istanza cautelare (Ricorso numero: 5519/2011) presentata, ancora una volta in sede di appello (prima ordinanza n. 3651/2011), dalla Regione Campania per la sospensione dell’efficacia della sentenza del T.A.R. CAMPANIA – NAPOLI: SEZIONE III n. 02134/2011, concernente il rimborso della quota Iva, da parte della Regione Campania, versata dalla Provincia di Avellino sui corrispettivi delle aziende esercenti il trasporto pubblico locale. All’esito della camera di consiglio del giorno 5 febbraio 2013 il Cons. Antonio Bianchi e uditi per le parti gli avvocati Rosanna Panariello, su delega dell’avv. Massimo Lacatena, Gennaro Galietta e Oscar Mercolino, quest’ultimi in rappresentanza e difesa della Provincia di Avellino, il Supremo Organo amministrativo ha statuito: “che non sussistono i presupposti per accogliere il proposto appello cautelare”. Ciò dichiarando il Consiglio di Stato ha escluso qualsivoglia danno grave irreparabile e parvenza di diritto rispetto al legittimo diritto vantato dalla Provincia di Avellino ad ottenere la esecuzione della sentenza di primo grado, già oggetto di ottemperanza, tuttora in corso. Il Commissario ad acta, dott.ssa Carmen Iannotti, della Prefettura di Napoli, già nominato in via sostitutiva in ragione dell’inadempienza dell’ente regionale, proseguirà nell’adozione del provvedimento finale del procedimento di ottemperanza già in corso, così da dare immediata esecuzione alla sentenza con la quale il giudice amministrativo ha condannato, tra l’altro, la Regione Campania a versare circa € 8.000.000,00 (ottomilioni) a favore della Provincia di Avellino. Al Commissario non residuerà alcun margine di discrezionalità dovendo lo stesso dare puntuale definizione al procedimento esecutivo, fino ad ora condotto e gestito dallo stesso in maniera puntuale ed imparziale, così come impone la sua funzione di “ausiliare” del giudice Amministrativo.