Regionali – Tappa a Frigento per l’Idv Ceccacci, domani a Monteforte

14 marzo 2010

Frigento – Un’accoglienza calorosa quella riservata all’ex assessore comunale, Luciano Ceccacci candidato alle Regionali nelle fila dell’Italia dei Valori, nell’incontro con gli esponenti, i sostenitori e i simpatizzanti del collegio di Frigento. “Dobbiamo rilanciare il territorio irpino dalle mille potenzialità non valorizzate – ha esordito Ceccacci – servono infrastrutture materiali ed immateriali, imprenditori pronti ad investire. La politica si deve impegnare, ma non solo in campagna elettorale, per fare decollare le tante piccole imprese già presenti sul territorio rendendole sempre più forti e competitive utilizzando al meglio le risorse del proprio territorio. L’Irpinia può ancora riscattarsi. Spetta soprattutto ai giovani della provincia irpina contribuire al cambiamento. Voltare pagina si può – ha concluso Ceccacci – insieme possiamo ritornare ad essere cittadini protagonisti, possiamo far ritornare la nostra provincia protagonista della propria crescita e del proprio sviluppo economico ed industriale”.

Un appello al voto è stato lanciato, nel corso dell’incontro, da Michele Zarrella, candidato di Idv alle provinciali dello scorso anno nel collegio di Frigento. “Tutti gli elettori devono andare alle urne il 28 e 29 marzo prossimo per due motivi: per esprimere il proprio sdegno per una destra che sta calpestando i diritti elementari della democrazia e per mostrare il coraggio di voler impegnarsi per una società più giusta e più attenta ai precari, alla sanità, al lavoro, ai diritti civili degli uomini. Invito tutti coloro che credono che questo sia giusto a dirlo a tutte le persone che incontrano. Questo è il compito di ognuno: tenere accesa la fiammella della speranza. Dobbiamo andare avanti con fiducia e serietà. Resistere, resistere, prendendo spunto e stimoli dai grandi uomini che ci hanno preceduto, come De Gasperi, Pertini”.

Domani, lunedì 15 marzo, Luciano Ceccacci farà tappa a Monteforte Irpino, in un incontro-confronto con iscritti e non al partito.