Regionali – I radicali: “In questa competizione ci siamo anche noi!”

17 marzo 2010

“All’appuntamento delle Regionali 2010 – fanno sapere i radicali irpini – ci saremo. La partitocrazia unita avrebbe voluto espellerci dal panorama della non democrazia italiana, ringraziamo quindi quei pochi autenticatori e i 1375 cittadini irpini che ci hanno dato la possibilità di “fare il nostro gioco. Questa raccolta di firme, che gli altri partiti si sono abbonati permettendosi chissà come di scegliere e cambiare i propri cavalli in corsa fino all’ultima ora, è stata da noi condotta, firma per firma, giorno per giorno, tavolino per tavolino, persona per persona, per dare corpo a quell’idea di democrazia partecipativa che ancora non è tramontata in questa terra. La nostra bandiera è questo accordo con il candidato democratico De Luca di cui ormai nessuno, nemmeno gli alleati, parlano più. Neppure nella comunicazione della coalizione di noi c’è stata traccia. Come con Prodi, tocca sempre a noi inverare il senso della coalizione mettendo in rilievo le responsabilità di ognuno. Nessun rappresentante degli altri partiti ha speso una parola in sostegno alle nostre denunce, e pur certi che sapranno continuare ad amministrare la Regione come hanno fatto fino a oggi non rinunceremo al nostro ruolo di presidio della legalità, dell’onestà e della coerenza e dell’innovatività che sono il senso della nostra presenza in questa coalizione. Per dare, come ha detto De Luca stringendo l’accordo elettorale con Pannella, “l’avvio di una nuova stagione in regione Campania, aprendo una fase nuova di collaborazione per la crescita del territorio”. Gli spazi di comunicazione della campagna elettorale, che già sin d’ora può definirsi del tutto illegale, sono pochi ed incerti, per questo chiediamo a chiunque voglia dare una mano a contattarci subito su Facebook, su Internet e via email”.