Regionali: al Samantha Della Porta i candidati dello Sdi

by 13 marzo 2005

Lo Sdi presenta la sua squadra. Una squadra che conta quattro cavalli di razza pronti ad intraprendere la faticosa corsa ad ostacoli di una campagna elettorale che promette scintille. Una squadra, per dirla con le parole dell’ex sindaco di Grottaminarda, Giuseppe Romano, che ha tutte le carte in regola per arrivare vittoriosa al traguardo. È il Centro Sociale ‘Samantha della Porta’ di Avellino ad accogliere i candidati dei Socialisti Democratici Italiani: Marco Alaia, Gaetano Bevere, Antonio Bossone e Gerardo Troncone. Tra i presenti, il consigliere provinciale Trifone Greco, il sindaco di Sperone, Salvatore Alaia, il sindaco di Marzano, Franco Addeo, Marco Riccio, Lino Guerriero, etc. L’incontro di ieri, che ha ufficialmente aperto la campagna elettorale, è stato anche e soprattutto l’occasione per ribadire la volontà dello Sdi di riaffermare la cultura socialista in Irpinia “restituendo la politica a chi vive la passione politica”. Insomma un vero e proprio modus vivendi che faccia delle parole il mezzo necessario per tradurre i progetti in fatti. “L’unica forza riformista che incarna gli ideali e i valori del partito socialista – è quanto afferma Marco Alaia, da poco passato allo Sdi dopo aver militato tra le fila dei Ds – L’unica compagine che si distingue all’interno di una sinistra autoreferenziale non in grado di parlare fuori dai recinti”. Ma il giovane avvocato irpino non manca di sottolineare la necessità di creare una sinergia socio-istituzionale sul territorio provinciale al fine di realizzare un sistema di sviluppo per la nascita di nuove imprese. Gli fa eco Gaetano Bevere. L’architetto cinquantaseienne, originario di Ariano Irpino, va dritto al punto: “La Campania e l’Irpinia hanno le potenzialità per imporsi sulla scena economica internazionale. Purtroppo in questi anni è mancata una pianificazione straordinaria capace di intravedere in questi territori il punto di snodo per i grandi scambi commerciali”. Una possibilità concreta, realizzabile solo a patto che “il presidente Bassolino smetta di guardare troppo alle appartenenze e alla crescita del proprio partito”. “Un partito che non ha bisogno di poltrone per fare politica – puntualizza il consigliere provinciale, Trifone Greco – ma che mira a trattamenti di pari dignità”. Dunque lo Sdi è pronto alla conquista di Palazzo Santa Lucia… vittoria di soli ideali.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.