Referendum Trivelle, l’Irpinia se ne frega: l’Irisbus nel discorso di Renzi

Referendum Trivelle, l’Irpinia se ne frega: l’Irisbus nel discorso di Renzi

17 aprile 2016

La provincia di Avellino snobba il referendum sulle trivelle.

Alle ore 23 ha votato il 29,8% degli aventi diritto, almeno tre punti percentuale rispetto alla media nazionale. La Campania, tuttavia, ha registrato una delle affluenze più basse d’Italia, con solo un cittadino su quattro che si è recato alle urne.

IN IRPINIA – Neanche a Gesualdo (44%) si è raggiunto il quorum. Ad Avellino alle urne è andato il 35%, ad Ariano il 28% e a Montoro il 27%.

Solo a Villamaina è stato superato di poco il quorum.

IL COMMENTO DI RENZI – “Gli sconfitti non sono gli elettori andati a votare, io rispetto sempre chi vota. Sconfitti sono quei pochissimi consiglieri regionali e qualche presidente di regione che ha voluto cavalcare il referendum per esigenze personali e politiche, di conta interna”.

Queste le parole del premier Matteo Renzi in conferenza stampa a palazzo Chigi, tenuta a ridosso della chiusura dei seggi elettorali.

Commentando il mancato raggiungimento del quorum, Renzi ha aggiunto che “i veri vincitori sono i lavoratori delle piattaforme”, richiamando anche la vicenda dell’ex Irisbus di Flumeri tra le vertenze lavorative prese in carico e risolte dal Governo, con buona pace delle tute blu di Valle Ufita che stanno ancora aspettando la tanto agognata… svolta buona.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.