Recupero contributi: giovani avvocati in campo contro Poseidone

Recupero contributi: giovani avvocati in campo contro Poseidone

17 aprile 2018

Avvocati in agitazione contro l’azione Poseidone avviata dall’Inps, congiuntamente all’Agenzia delle Entrate, per recuperare i contributi legati alla gestione separata. Il presidente dell’associazione Aiga Avellino, l’avvocato Raffaele Tecce, ha ribadito la necessità di un intervento urgente vincolante per l’Inps e la cassa forense che impedisca la duplicazione nel versamento dei contributi previdenziali.

Con l’operazione Poseidone, avvocati e liberi professionisti sono stati iscritti d’ufficio alla previdenza Inps, nonostante vi fosse un’apposita cassa dedicata alle singole categorice percependo in questo modo contributi non dovuti. Per questa ragione i presidenti dell’Alga della regione Campania chiedono al Ministero del Lavoro e quelle delle Politiche Sociali di diffidare l’Inps dal notificare avvisi di addebito per altri anni previdenziali, nonché dal porre in essere azioni esecutive in danno degli avvocati desti natari di provvedimenti giurisdizionali per la mancata iscrizione alla gestione separata.