Rebus Natale, Confcommercio all’attacco: “Nessuna iniziativa per la città”

Rebus Natale, Confcommercio all’attacco: “Nessuna iniziativa per la città”

14 dicembre 2018

Il Natale è ancora un rebus in città e Confcommercio passa all’attacco. “Bisogna purtroppo riconoscere – precisa il Coordinatore Città di Avellino Giulio De Angelis – che a tutt’oggi non c’è alcuna traccia concreta e che la Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Avellino non ha mai avuto un profilo basso in merito, tanto è vero che già dal mese di ottobre si erano avuti colloqui ed incontri con l’ex assessore Maura Sarno che aveva dato massima garanzia tanto rispetto alla disponibilità di risorse economiche, quanto alle modalità procedurali di affidamento”.

“Pertanto la nostra organizzazione non ha alcuna responsabilità circa i ritardi ed i danni che si sono venuti a creare in quanto legati ad errori e storture squisitamente procedurali estranee all’associazione”, precisa De Angelis che chiama in causa anche la Camera di Commercio “che non si è interessata all’organizzazione ed al supporto delle iniziative natalizie come qualcuno aveva richiesto, in quanto il Presidente Oreste La Stella aveva avuto le medesime garanzie circa la disponibilità di fondi e quant’altro”.

“Ben vengano proposte ed iniziative da parte di chi vuole contribuire al dibattito ed alla crescita della città a patto però che non siano strumentali ed a carattere propagandistico”, conclude De Angelis.

Preoccupazione anche per le ordinanze anti smog del Comune di Avellino. “La posizione ufficiale della Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Avellino è di massimo rispetto delle regole, ma allo stesso tempo si auspica l’individuazione di soluzioni idonee che non danneggino oltremodo il comparto del commercio e le attività produttive locali in genere, al fine di evitare meccanismi di concorrenza sleale tra gli esercenti del capoluogo e quelli dei comuni limitrofi”, conclude De Angelis.