Reati ambientali, i carabinieri forestali sequestrano un opificio a Torrecuso

Reati ambientali, i carabinieri forestali sequestrano un opificio a Torrecuso

20 maggio 2019

Inquinamento ambientale in atto a causa di lavorazioni poste in essere alla presenza di elevati quantitativi di rifiuti speciali pericolosi stoccati in contrasto con la normativa. E per tale ragione che i carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare Forestale Carabinieri presso il Gruppo CC.F. di Benevento, supportati da personale di forestali di Benevento e dall’Arpac, hanno sequestrato un opificio a Torrepalazzo, nel comune beneventano di Torrecuso.

Tra le varie tipologie di rifiuti speciali pericolosi, i militari hanno riscontrato scorie di fonderia derivanti da una precedente attività di fusione del piombo e risalente all’incirca agli anni 2009/2010, stimati (a vista) in circa 650 metri cubi.

Inoltre sono state rinvenute polveri prodotte dagli impianti di abbattimento fumi (polvere sottile dal colore bianco) contenute in numerosi bigbags e diversi metri cubi di elettroliti di batterie esauste e vari accumulatori.

Il sequestro è stato operato al fine di evitare ulteriori conseguenze derivanti dalla condotta illecita, nonché per tutelare le circostanti matrici ambientali. Evidenti erano le tracce di rifiuti liquidi e solidi riversati sul piazzale interno ed esterno all’azienda, le quali a contatto con agenti atmosferici, si riversavano anche nelle matrici ambientali circostanti.