Re Panettone in mostra a Napoli, presenti anche due maestri pasticceri di Avellino

Re Panettone in mostra a Napoli, presenti anche due maestri pasticceri di Avellino

by 2 dicembre 2016

Ci saranno anche due maestri pasticceri della provincia di Avellino alla due giorni dedicata al panettone in programma a Napoli nel prossimo weekend.

La seconda edizione partenopea di Re Panettone porterà a Napoli solo lievitati artigianali d’eccellenza, realizzati secondo metodi produttivi rigorosi, senza conservanti, semilavorati e additivi industriali.

Sabato 3 e domenica 4 dicembre, 25 pasticcieri provenienti da tutta Italia presenteranno le proprie creazioni nel Salone degli Specchi dello storico Grand Hotel Parker’s.

A rappresentare la provincia di Avellino ci saranno Dolciarte (Avellino) e il Caffè Vignola (Solofra).

Dolciarte di Carmen Vecchione nasce nel 2008, ponendosi come pasticceria non tradizionale e proponendo creazioni innovative e originali sia nelle tecniche di preparazione, sia nell’estetica della presentazione.

Ogni prodotto viene confezionato con materie prime del territorio, di alta qualità. La lavorazione dei panettoni avviene a lievitazione naturale con l’utilizzo di lievito madre e decine di ore di lavorazione e cure, per garantire al lievitato leggerezza e delicatezza.

Per quanto riguarda l’attività di Solofra, in mostra ci saranno le produzioni di Raffaele Vignola, giovane pasticciere della città della concia, cresciuto nella pasticceria di famiglia con il padre Angelo, dal quale ha appreso l’arte di fare i dolci.

Nel 2013 il suo panettone si fa notare alla kermesse milanese di Re Panettone per la continua ricerca d’ingredienti e nuove lavorazioni. E’ dalla continua sperimentazione che nasce il panettone ai carboni vegetali caratterizzato dal colore nero intenso oltre alla versione al cioccolato, al caffè e ancora quello all’Aglianico, al Taurasi e al Fiano in omaggio ai grandi vini dell’Irpinia.

Tra gli altri, prenderanno parte all’appuntamento anche l’Antica Osteria Nonna Rosa di Vico Equense (NA), Divine Tentazioni di Brindisi, Fornai Ricci di Montaquila (IS), Forno Sammarco di Cera Antonio di San Marco in Lamis (FG), Gabbiano Dulcis in Pompei di Pompei (NA), Grippa Angelo di Eboli (SA),  In Croissanteria di Carobbio degli Angeli (BG), Leopoldo Infante di Napoli, Lombardi di Maddaloni (CE), Morandin di Saint-Vincent (AO), Di Lella di Mirabello Sannitico (CB),  Malafronte Ciro di Gragnano (NA), Cucchi di Milano, De Vivo – Pompei (NA), Mennella – Torre del Greco (NA), Mimosa – Tolentino (MC), Re Di Dolci – Castel Morrone (CE), Pepe Mastro – Sant’Egidio del Monte Albino (SA), Sal De Riso Costa d’Amalfi – Tramonti e Minori (SA), Scarpato – San Sebastiano al Vesuvio (NA), Tenerità di Caserta, Varriale di Napoli.