Rapina in banca a Lucca, tra gli arrestati anche un giovane irpino

12 dicembre 2013

Lucca – C’è anche un giovane originario dell’Irpinia tra i tre arrestati con l’accusa di aver rapinato una banca a Lucca. Si tratta di A. V., 27enne nato ad Avellino ma residente a Torino. Con il giovane irpino altre due persone hanno preso di mira la filiale di Sant’Anna della Bml a Lucca. Fuggiti poi a bordo di un’Audi A3 a tutta velocità sulla Sarzanese, hanno imboccato l’autostrada a Lucca Ovest ma in meno di mezz’ora sono stati bloccati e arrestati sull’A/12 a Vezzano Ligure, in un’operazione lampo coordinata dalla Questura di Lucca. Recuperato per intero il bottino trafugato durante la rapina: in tutto 16mila euro. Gli agenti hanno rinvenuto a bordo dell’auto oltre al bottino anche parrucche e passamontagna. Decisivi per l’arresto un testimone e la presenza nel bottino trafugato di quella che viene definita una ‘mazzetta civetta’, in pratica delle banconote precedentemente fotocopiate dalla banca. I rapinatori sono tutti residenti a Torino, uno dei quali appartenente a una famiglia nota tra la criminalità locale di matrice calabrese.