Rapina aggravata, domiciliari per un 22enne incensurato

Rapina aggravata, domiciliari per un 22enne incensurato

1 dicembre 2018

Rapina aggravata, domiciliari per un 22enne. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di San Bartolomeo in Galdo hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal giudice preliminari presso il Tribunale di Benevento, nei confronti di un giovane ventiduenne, su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento, perché gravemente indiziato del delitto di rapina aggravata.

L’indagine, espletata con la direzione dei magistrati della Procura della Repubblica di Benevento, attraverso  servizi di osservazione e di pedinamento, ha consentito la ricostruzione dei concitati momenti che hanno preceduto la realizzazione della rapina, realizzata con arma e a volto coperto, di circa 1.250 euro alla sala Slot di San Bartolomeo in Galdo, accertandone l’esatta dinamica e identificando l’autore in un giovane incensurato del posto.

L’evento  nei giorni successivi aveva creato un grande clamore ed allarme sociale nei pacifici cittadini del tranquillo centro del fortore, essendosi l’ultimo evento analogo, che vide coinvolta la filiale di una banca locale verificato nel lontano 2006, circa 12 anni fa.

A seguito della perquisizione, eseguita su decreto emesso dalla Procura della Repubblica, sono stati rinvenuti gli indumenti usati per la rapina, nonché due pistole giocattolo prive di tappo rosso, una delle quali usata per la commissione del reato, oltre un paio di manette del tipo in uso alle forze di polizia e della sostanza stupefacente del tipo marijuana.