Quindici, vandali in Comune urinano sulla porta del sindaco

Quindici, vandali in Comune urinano sulla porta del sindaco

12 ottobre 2015

Un atto di vandalismo, un gesto di cattivo gusto.

Il Comune di Quindici finisce nuovamente nel mirino degli incivili.

Così come riporta l’edizione provinciale de Il Mattino, sabato pomeriggio ignoti sarebbero entrati nel Municipio e qui avrebbero urinato dinanzi alle porte dell’ufficio del sindaco e dell’anagrafe.

Sull’episodio stanno indagando i carabinieri della stazione di Quindici.

Così il sindaco di Quindici, Eduardo Rubinaccio: “Capisco il vandalismo, le vendette e le intimidazioni ma fare quello che hanno fatto è il colmo. Non è tanto l’atto in sé, ovviamente, ma il fatto che qualcuno si sia introdotto nel Municipio con la possibilità di poter fare ciò che voleva. E’ questo che mi fa arrabbiare. Oggi ci troviamo di fronte ad un atto vandalico e se, invece, avessero voluto attaccare fisicamente qualcuno? Se qualcuno avesse organizzato ciò per poi consumare un aggressione? E’ questa ipotesi che mi scuote. Ovviamente rafforzeremo le misure di controllo qui sul Comune”.

A scoprire il misfatto è stato lo stesso sindaco, rientrato nel pomeriggio di sabato intorno alle 17 presso i propri uffici per via dell’allerta meteo del weekend. “Sono rientrato al Comune – spiega Eduardo Rubinaccio – ed ho trovato questo liquido per terra e sulla porta. Sentivo uno strano odore ma mai ad ipotizzare l’urina. Ho pensato che ci fosse stata qualche perdita di acqua dal soffitto. Poi, con il passare dei minuti, il sospetto è diventato concreto. Era urina, non c’è dubbio. Qualcuno in disprezzo di tutto ciò che rappresenta lo Stato, ha urinato contro la porta del mio ufficio. Ma, fatto grave, si è introdotto nel Comune illegalmente. Così, abbiamo allertato subito i carabinieri”.