Quindici – Rubinaccio(Pdl): “Un plauso al presidente Saccardo”

24 ottobre 2011

“Mi sento in dovere, come cittadino, prima che come esponente di un partito politico, di fare un pubblico plauso al Presidente della Comunità Montana Partenio Vallo lauro avv. Tommaso Saccardo ed a tutta la giunta che lo affianca nell’ingrato compito di recuperare in pieno la funzionalità di un ente devastato dal malgoverno del centrosinistra che stava portando la preesistente comunità Vallo Lauro Baianese diritto verso il baratro del fallimento”. Così Giuseppe Rubinaccio, esponente del Pdl di Quindici.
“Il presidente e la sua giunta non solo sono riusciti nell’opera titanica di salvare l’ente dal dissesto ma sono riusciti nel miracolo di far si che esso ritornasse ad essere utile ai cittadini ed al territorio. Mi riferisco, in particolare, alla grande opera di pulizia portata a termine nelle settimane scorse nel comune di Quindici finora “dimenticato” dai soliti sinistrorsi che sono usi utilizzare gli enti pubblici per curare piccoli interessi di bottega di amici e di amici degli amici portandoli spesso, come stava accadendo, verso un inevitabile dissesto. Non solo, ma giocando spesso sulla pelle dei poveri operai ed impiegati prima illusi dai preesistenti vertici della comunità Baianese Vallo di Lauro si sono visti poi sottoposti ad una vera e propria macelleria sociale dalla quale solo la nuova gestione del centro destra sta cercando di farli uscire rimediando alle devastazioni di questi signori. Quindici è un paese soggetto, come tutti sanno, a grandi pericoli di natura idrogeologica e l’opera di pulizia di quasi 100 km di strade montane portata a termine dagli operai della comunità montana è una grande opera di servizio e di prevenzione. Questa è la vera buona amministrazione non certo quella dei demagoghi e degli apprendisti stregoni di certa sinistra che dopo aver male governato si permettono anche di andare in giro a pontificare di legalità e buona politica. A costoro voglio dire: la legalità non si predica nei convegni ma si pratica nella vita e negli enti che si amministrano. In un paese minimamente serio costoro sarebbero stati espulsi dalla vita politica locale ma, nel nostro purtroppo, possono andare ancora in giro a straparlare e c’è perfino qualcuno che ancora oggi sta amministrando enti. Grazie all’impegno del presidente Saccardo finalmente si sono date delle risposte ai cittadini che non solo potranno finalmente accedere ai propri terreni senza rischiare la vita ma, si potrà sfruttare la nostra ricchezza montana per lo sviluppo dei nostri territori. Da giovane esponente politico ed a nome dell’intera cittadinanza quindicese mi sento di ringraziare il presidente Saccardo e l’intera giunta per l’opera svolta indicandoli come esempi concreti di buona politica” .