Querelle “Gesualdo”, Sibilia (M5S): “Fuori la politica dalle Partecipate. Con noi al governo di Avellino selezioni con bando pubblico”

Querelle “Gesualdo”, Sibilia (M5S): “Fuori la politica dalle Partecipate. Con noi al governo di Avellino selezioni con bando pubblico”

18 aprile 2018

“Mentre la politica cittadina litiga esclusivamente per le poltrone e per meri interessi elettorali, il Teatro Gesualdo di Avellino è in agonia. E la cultura muore. A perdere sono gli avellinesi. Siamo stanchi di assistere a questi giochetti, lo scambio di accuse e lo scaricabarile sulle responsabilità ci hanno irritato. Tutto questo deve finire. Al più presto. Servono soluzioni. Nessuno può costruire la propria immagine sulla pelle degli avellinesi”. Ad affermarlo Carlo Sibilia, deputato del Movimento Cinque Stelle in merito alla querelle relativa al Teatro “Gesualdo”, riesplosa durante l’ultimo consiglio comunale di Avellino.

“Nessuno può utilizzare strutture pubbliche per promuovere se stessi – continua Sibilia – Nessuno può far finta di niente, il controllo sulla gestione del Teatro non c’è mai stato, inutile atteggiarsi con ritardo a salvatori della patria. Il Movimento Cinque Stelle, una volta al governo della città di Avellino, metterà le persone giuste al posto giusto, collocherà sulle poltrone importanti persone competenti.

“Basta nomime politiche nelle Partecipate del Comune. Si faranno selezioni con bando pubblico per merito e per competenza. La rivoluzione della normalità parte dalla trasperenza, dalla meritocrazia, dalla partecipazione. Condivideremo tutto con i cittadini”, conclude il deputato pentastellato.