PSAUT Bisaccia, Gallicchio chiede intervento conferenza dei sindaci

7 novembre 2013

“Chiedo alla Conferenza dei Sindaci dell’Asl ed in particolare al sindaco di Avellino Paolo Foti , al Comitato dei Sindaci del Distretto di S.Angelo dei Lombardi e al Comitato Consultivo e Partecipativo dell’Asl di Avellino un concreto e immediato intervento in merito al PSAUT di Bisaccia, che a distanza di oltre due mesi dalla sua inaugurazione ancora non ha visto la fornitura di alcune attrezzature importanti per accelerare alcuni esami utili durante la prestazione di primo soccorso e non solo. Un summit con il Direttore Generale Sergio Florio per fare il punto della situazione e capire meglio il futuro della SPS (Struttura Polifunzionale per la Salute) di Bisaccia”.
Per Pasquale Gallicchio dirigente provinciale del Partito democratico e consigliere comunale a Bisaccia la questione del PSAUT di Bisaccia è una delle tante battaglie che sta sostenendo insieme al circolo di Bisaccia e ai tanti circoli dell’Alta Irpinia, per tenere sempre più alta l’attenzione sulle penalizzazioni consumate ai danni del diritto alla salute.
“Per il PSAUT di Bisaccia, come per altre vicende della sanità in Irpinia, credo sia opportuno che soprattutto la Conferenza dei Sindaci dell’Asl convochi urgentemente il Direttore Generale dell’Asl di Avellino. Prima ancora dell’inaugurazione del PSAUT, Florio ha sempre parlato della struttura di Bisaccia come un fiore all’occhiello della sanità irpina. Ho la vaga impressione che sia appassito ancora prima di sbocciare. Infatti, si era parlato di attrezzature in grado di abbattere le corse verso il laboratorio analisi dell’ospedale di S.Angelo dei Lombardi. Ma ancora oggi accade che per l’analisi dei prelievi si corre al “Criscuoli” di S.Angelo dei Lombardi con tutti i disagi derivanti. Un elemento spesso sottolineato dagli utenti del PSAUT alcuni dei quali mi hanno assicurato di aver spedito delle lettere di protesta a Florio. Inoltre, pare consumarsi una vicenda paradossale per quanto concerne l’acquisto di alcune apparecchiature. Si dice che sia stato dato mandato al direttore sanitario dell’ospedale di S.Angelo dei Lombardi, Angelo Frieri di procedere per l’acquisto. Ma siamo ancora a questo? Non si era parlato di procedure già avviate. Oppure, il tutto procede al rilento perché si tenta di perseguire il massimo risparmio possibile? Spero proprio di no. Anche per questo l’appello che ho lanciato deve essere accolto al più presto”.
L’esponente del Partito democratico punta l’indice anche contro la mancata fornitura delle divise per il personale del PSAUT bisaccese. «Ormai – sostiene Gallicchio – siamo al limite della pazienza. Si può tollerare che gli interventi vengano fatti all’esterno senza che il personale indossi le divise? Resto senza parole. Comunque, non attenderò molto tempo le eventuali risposte in quanto già mi sto organizzando per segnalare questa situazione ad organismi non solo sanitari». In coda alla situazione sanitaria Gallicchio esprime la sua solidarietà a tutti gli operai forestali che aspettano risorse dalla Regione Campania ed in particolare ai forestali della Comunità Montana “Irno-Solofrana”. «L’Irpinia non può tollerare questo modo di fare. Una soluzione definitiva deve essere adottata perseguendo un utilizzo di queste professionalità in maniera più duratura a favore di un territorio bisognoso di tutela e gestione».