Provinciali, Biancardi: “Non sono espressione di partito, in campo solo se c’è condivisione”

Provinciali, Biancardi: “Non sono espressione di partito, in campo solo se c’è condivisione”

13 settembre 2018

“Le elezioni provinciali che coinvolgeranno gli amministratori di tutti i 118 Comuni irpini non hanno, a mio avviso, rilievo di natura politica. Il declassamento delle Province ad enti di secondo livello ha fatto di questi enti il luogo dove provare a tutelare alcune istanze territoriali, sottraendoli di fatto all’esercizio democratico del voto”.

Il sindaco di Avellino, Domenico Biancardi, auspica che “in quest’appuntamento elettorale non prevalgano logiche di appartenenza politica o partitica, provando a replicare schemi di coalizioni che portano divisioni e non hanno senso perché rapportati ad un ente che è stato svuotato di rilievo politico. La soluzione, perciò, più utile per il nostro territorio Irpino è quella unitaria, che passi per una figura apicale che sia di sintesi, di raccordo, di collegialità ma soprattutto di pacificazione”.

“Lo sforzo corale da compiere è quello che va nella direzione di evitare divisioni e lacerazioni ulteriori e confermare in Provincia continuità ed equilibrio . Bisognerà, invece, ritrovarsi intorno ad una piattaforma programmatica comune che individui poche priorità, tra quelle relative alle materie rimaste di competenza provinciale, da portare avanti nell’interesse esclusivo della comunità irpina”.

“Ognuno ha la sua storia politica ed io spero in un presidente che possa invece essere espressione delle comunità prescindendo dagli steccati che per un’elezione di secondo livello lasciano il tempo che trovano. Chiarisco che in questi giorni non ho avanzato nessuna candidatura, non ho etichette politiche da sostenere e da privilegiare e ne particolari coalizioni da tutelare”.

“Ringrazio tutti, consiglieri regionali, Sindaci ed amministratori per i tanti messaggi di apprezzamento quale “Sindaco del fare” e di incoraggiamento verso nuove esperienze; ho gradito molto la loro sintesi ed il loro quotidiano impegno verso il nostro territorio irpino”.

“Se il mio lavoro come Sindaco di Avella e come Presidente della Comunità Montana Partenio è stato apprezzato in provincia per i tanti risultati raggiunti, per equilibrio e imparzialità, questo mi da forza per continuare con lo stesso tenore e con la medesima prospettiva e senza bandiere da sventolare ma solo con lo scopo di unire e mai dividere. Pronto e disponibile a sostenere il territorio irpino solo per una sintesi condivisa”.