Provincia, confronto a metà. I rappresentanti della Giunta si riuniscono per affrontare i temi del bilancio

26 aprile 2005

Avellino – Dopo la bufera scatenata dalla Margherita a Palazzo Caracciolo, si riapre il confronto. Ma non allargato come avrebbe preferito il Campanile che già la settimana scorsa si era fatto promotore di una riunione fissata proprio per domani. Avrebbero dovuto partecipare non solo gli assessori, ma consiglieri e capigruppo della maggioranza. Un incontro importante secondo il segretario provinciale dell’Udeur Pasquale Giuditta per fare il punto della situazione, considerato il momento di empasse all’interno della maggioranza. Il tutto, previsto per le ore 16 di giovedì prossimo. Ma per il momento l’unico confronto sicuro è quello fissato dal presidente dell’ente di Palazzo Caracciolo Alberta De Simone che ha chiamato ‘a raccolta’ la sua squadra per discutere di bilancio. Quello della Margherita e dell’Udeur non un passo indietro ma solo la volontà di addivenire ad un confronto che sia foriero di decisioni importanti, quali il ‘riordino’ della macchina amministrativa che a detta di Giuseppe De Mita e company non funziona. Chiaramente la riunione dell’esecutivo non può bastare. “Sarà necessario un dibattito aperto che supporti l’azione dell’esecutivo”. E’ quanto afferma il massimo esponente del partito di via De Conciliis Giuditta. “Non so se salterà o meno la riunione da me convocata. Se il presidente chiede la partecipazione ad una riunione dei capigruppo io parteciperò senz’altro per discutere”. Giunta a parte all’interno del centrosinistra i mugugni ci sono e come.