Protocollo di intesa per la “Prevenzione della criminalità in banca”

5 dicembre 2012

E’ stato sottoscritto in mattinata in Prefettura il “Protocollo di intesa per la prevenzione della criminalità in banca” tra il Prefetto Umberto Guidato, il rappresentante dell’ ABI e i referenti degli Istituti di Credito che operano in ambito provinciale. Presenti, oltre ai sottoscrittori, il Questore, il Comandante Provinciale Carabinieri, il Comandante Provinciale Guardia di Finanza ed il Direttore della locale filiale della banca d’Italia.
L’ intesa mira a potenziare le condizioni di sicurezza delle dipendenze bancarie in quanto le banche aderenti si impegnano a dotare ciascuna filiale di almeno cinque misure di protezione tra quelle contemplate, a prevedere apposite misure di protezione delle postazioni bancomat e ad adottare, in conformità delle previsioni a tutela della privacy, il sistema di videoregistrazione, particolarmente utile per l’ attività investigativa delle Forze di polizia. L’ accordo, oltre a prevedere un costante scambio di informazioni tra Forze di Polizia e Istituti bancari, sancisce l’ importante ruolo di monitoraggio e coordinamento della Prefettura nella promozione di appositi incontri per la trattazione delle problematiche inerenti la sicurezza bancaria, anche a seguito della segnalazione, da parte dei firmatari del protocollo, di situazioni di particolare criticità e rischio. L’ adesione di molti istituti bancari è testimonianza degli ottimi risultati raggiunti in questa Provincia ai fini della prevenzione delle rapine e di altre forme di criminalità a danno delle banche e si configura come stimolo a proseguire con il massimo impegno la collaborazione tra Prefettura, ABI, Forze dell’ ordine e istituti bancari per rendere sempre più efficaci le condizioni di sicurezza in tale delicato settore.